Chiediamo all'Europa di boicottare la lana d'angora proveniente dalla Cina.

0 hanno firmato. Arriviamo a 75.000.


La lana d'angora viene prodotta utilizzando il morbidissimo, caldissimo e lungo pelo di una particolare razza di conigli bianchi: gli Angora.
Con questa lana vengono confezionate maglie, berretti, sciarpe, guanti, maglieria intima, indumenti per bambini e vengono preparati tessuti destinati alla confezione di abiti, giacche e cappotti. Una parte della produzione d'angora viene commercializzata sotto forma di gomitoli di lana da lavorare ai ferri o all'uncinetto.

Tradizionalmente i conigli d'angora venivano pettinati manualmente; il pelo oramai "maturo" che restava impigliato al pettine veniva raccolto e filato e naturalmente la produzione era di modeste quantità.
In seguito alcuni cominciarono a tosare i conigli, pratica tuttora molto in uso negli allevamenti della Nuova Zelanda, ma il pelo così ottenuto, privo della parte finale in quanto tagliato, è di qualità inferiore rispetto a quello intero.

Il settore della moda e dell'abbigliamento in Europa richiede enormi quantitativi di lana d'angora, per soddisfare il vasto mercato.

Ed ecco che in Cina hanno subito fiutato l'affare ed hanno cominciato ad allevare questi conigli "da lana".


Attualmente il 90% dell'angora mondiale proviene dalla Cina, dove non ci sono leggi che regolamentino l'utilizzo degli animali e men che meno li tutelino dagli abusi e dalle torture che subiscono negli allevamenti e dove viene utilizzata la crudele pratica di strappare il pelo ai conigli vivi .

Questa barbarie ha origine dalla considerazione che mentre un pelo tosato spunta sul mercato un prezzo dai 25 ai 35 euro al chilo, quello letteralmente strappato via dal povero animale vivo è un prodotto che ha ottime caratteristiche qualitative e in tal modo i produttori cinesi spuntano un prezzo doppio.

Con questa petizione chiediamo all'Europa di boicottare la lana d'angora proveniente dalla Cina.

____________________________________________________________

 

Angora wool is made with the soft, fluffy, downy coat produced by the Angora rabbit. All sorts of knitwear, shirts, scarves, gloves, underwear, and baby clothes are produced using this wool, which is also used to make cloth for suits, jackets and coats. Part of the Angora wool production is sold as knitting wool and yarns.

Traditionally, Angora rabbits were hand combed and the moulting hair which was gathered was then spun. Of course production through this method was rather modest.

Later some producers began to shear their Angora rabbits, a practice still very much in use on New Zealand farms, but the fleece thus obtained, without its “guard hair”, is deemed to be of lower quality than the fur which does not contain “guard hair”.

The fashion and clothing industry in Europe requires huge quantities of Angora wool to meet their wide market.

China saw a great business opportunity in this and started to breed intensively this type of rabbit.

Currently 90% of the Angora wool produced worldwide comes from China, where there are no laws that regulate the way animals can be used, and even more importantly, no laws that protect them from the abuse and torture they suffer on breeding farms where the cruel practice of plucking hair from live rabbits takes place.

This barbaric practice happens for mere financial reasons since hair which has been sheared has a market value between 25 and 35 Euros per kilo, while hair that has been plucked raw from live animals is of higher quality meaning Chinese producers can charge double for it.

With this petition we are asking Europe to boycott Angora wool coming from China.

 

________________________________________________________

Informazioni tratte da: http://animalisos.altervista.org/
Filmato di proprietà di PETA (People for the Ethical Treatment of Animals)
Traduzione a cura di Annalisa Trapani (grazie per il tuo piccolo importante contributo!)



Oggi: Ilaria conta su di te

Ilaria Rolla ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Stop alla tortura dei conigli angora! Chiediamo all'Europa di boicottare la lana d'angora proveniente dalla Cina. Stop the torture of angora rabbits! With this petition we are asking Europe to boycott Angora wool coming from China.". Unisciti con Ilaria ed 73.695 sostenitori più oggi.