Salviamo l'insegnamento della storia dell'arte e della Geografia #salvArte

Reasons for signing

See why other supporters are signing, why this petition is important to them, and share your reason for signing (this will mean a lot to the starter of the petition).

Thanks for adding your voice.

Angelo Pappalardo
3 years ago
Ho un figlio che è architetto conservatore ed insegna anche storia dell'arte.

Thanks for adding your voice.

giovanna giannini
5 years ago
vogliamo la musica

Thanks for adding your voice.

Romolo Gavarini
5 years ago
Incomprensibile l'abolizione delle due discipline. Così si uccide la cultura.

Thanks for adding your voice.

fabio carrieri
7 years ago
cultura!

Thanks for adding your voice.

mauro Berti
7 years ago
perche' la nostra storia siamo noi, e geografia, non e' una cartina topografica..ma luoghi edove si e; formato, evoluto, disgregato cio' che siamo.....

Thanks for adding your voice.

Fabio Forzoni
7 years ago
Che paese diventeremo se i nostri ragazzi ignoreranno il mondo dove vivono e il significato delle massime espressioni del genere umano?

Thanks for adding your voice.

Alida Lizza
7 years ago
I like art and i would save it in the future

Thanks for adding your voice.

milena MALLAMACI
7 years ago
PERCHè L'ARTE INGENTILISCE L'ANIMA

Thanks for adding your voice.

Luca Lodi
7 years ago
L'arte è il simbolo della cultura italiana in tutto il mondo, non la si può negare alle generazioni presenti e future.

Thanks for adding your voice.

Francesca Loi
7 years ago
L'insegnamento di queste due materie è importante sia dal punto di vista economico che sociale e culturale, l'arte insegna non solo la bellezza ma anche la storia e l'umanità di chi ha passato tanto a creare un'opera che non è solo espressione del suo io ( anche se per questo di già importantissima) ma anche del contesto sociale in cui l'ha fatta. L'arte e la geografia ci insegnano la storia, ci insegnano il valore dell' essere umano e non solo dei numeri su un estratto conto, in un periodo di crisi ritengo importantissimo il valore dell’ arte, che oltre a dare l’opportunità al paese di rialzarsi, può rendere consapevoli le persone, può dare messaggi immediati e aiutarci a sviluppare la nostra identità, a diventare persone migliori e cittadini migliori.
Cittadini migliori capaci di dare alla nostra nazione ciò che si merita, di dare alla nostra intelligenza quello che si merita. Siamo in un periodo di crisi soprattutto intellettuale in cui il pessimismo e la disperazione sono espressione della nostra condizione, dicono tutti che noi ragazzi siamo delle spugne, ma se lasci una spugna sotto al sole e la calpesti non puoi pretendere che si trasformi in un’ ancora di salvezza. Dobbiamo imparare a pensare con le nostre menti, non ci dovete insegnare solo nozioni (e se volete fare solo quello per cortesia, metteteci un po’ di passione!) ma a vivere, e spesso gli insegnanti se lo dimenticano, o forse non l’hanno insegnato neppure a loro. L’ arte e la cultura vanno amate! E nell’ ignoranza non può amare se non i maniera incosciente. Ho diciassette anni, mi sento un’ ignorante e non ne vado fiera.