Sanremo: Giustizia per Ultimo e per la volontà del popolo Italiano

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


E' inammissibile, ingiusto e poco democratico che, in un concorso canoro dove viene richiesta la votazione A PAGAMENTO da parte dei telespettatori, vinca il concorrente meno votato dal pubblico.

Questo dimostra la falsità dell'organizzazione del Festival di Sanremo, e l'assoluta dittatura che vige in un sistema dove sono i POCHI a decidere per TUTTI.

È stato strumentalizzato un ragazzo emergente come Mahmood per ovviare a polemiche politiche sopraggiunte tra il direttore del Festival e i politici del momento, che hanno dato immediatamente il via a Twitter e commenti che fanno perdere assolutamente il focus sul motivo per cui il Festival è stato seguito cioè la MUSICA.

Come per la politica però, in vista dell'Eurovision, vogliamo che a rappresentare la musica italiana sia qualcuno che abbiamo SCELTO e non qualcuno che ci è stato IMPOSTO!