Petition Closed
Petitioning The United Nation Secretary-General Ban Ki-moon) and 5 others

Sovranita' Alimentare e Transizione in un Alimentazione Veg senza Crudelta nei Confronti degli Animali

 Sovranita  Alimentare e Transizione in Alimentazione Veg  senza crudelta  nei Confronti degli Animali per Ridurre il Riscaldamento Globale ,  Salvare gli Animali ed il genere Umano Avremmo una migliore possibilità di vivere una vita più sana, ridurre  il  processo del  riscaldamento globale , e, soprattutto, fermare l'uccisione di innocenti animali . Considerando questa  azione  un aiuto  verso una transizione  globale  della  Nutrizione  in Un Alimentazione Priva di  Crudelta 

1. Cambiare il modo in cui il cibo viene prodotto, adottando un sistema alimentare ecologicamente sostenibile e socialmente giusto, che abbia come spina dorsale una moltitudine di agricoltoria, cosi' come coltivatori urbani e periurbani.

2. Cambiare il modo in cui il cibo viene consumato, promuovendo la diversificazione delle culture alimentari, la Transizione verso  abolizione  del consumo di carne e del pesce  la condivisione delle abilita' e dei saperi in cucina.Programmando una ricorversione  degli allevamenti  di animali  da  carne  e del settore  della pesca in attivita  agricole  di di servizi 

3. Cambiare il modo in cui il cibo viene distribuito, decentrando le filiere agro-alimentari, promuovendo mercati basati sulla solidarieta' e su prezzi equi e favorendo le relazioni dirette tra produttori e consumatori in modo da contrastare l'espansione e il potere degli ipermercati.

4. Valorizzare e migliorare le condizioni sociali e di lavoro nei sistemi agricoli e alimentari, lottando per i diritti di tutte le donne e gli uomini che producono cibo, compresi i lavoratori stagionali, i migranti e i salariati nell’industria di trasformazione e nel settore commerciale.

5. Rivendicare il diritto ai nostri beni comuni: terra, semi tradizionali e riproducibili,Animali  alberi e foreste, acqua, atmosfera e conoscenze, resistendo alla loro mercificazione, finanziarizzazione e brevettabilità e democratizzando il processo decisionale attinente alla loro fruizione, specialmente nel Sud del mondo.

6. Cambiare le politiche pubbliche che regolano i nostri sistemi agricoli e alimentari, assicurandosi che esse garantiscano, sia in Europa che nel Sud del mondo, la vitalita' delle aree rurali, prezzi equi per i coltivatori, alimenti sicuri e OGM-free per tutti, il divieto di speculare sulle derrate alimentari e la terra.

9 miliardi di buoni motivi per essere vegan tratto da http://www.veganitalia.com/modules/news/article.php?storyid=886
miliardi di buoni motivi per essere vegan: un'illuminante serie di cifre che illustrano quanta sofferenza e orrore stanno

dietro alla produzione di una bistecca (ma anche latte e formaggi, uova, lana etc.). Ancora un ringraziamento a Plan per avercele fornite.



Percentuale dei terreni agricoli usati in USA per produrre carne: 56%

Percentuale di avena coltivata negli USA consumata negli allevamenti: 95%

Percentuale di soia coltivata negli USA consumata negli allevamenti: 90% (1)

Percentuale di mais coltivato negli USA consumata negli allevamenti: 80% (2)

Percentuale del grano coltivato negli USA consumata negli allevamenti: 70% (3)

Quantita' del grano esportato dagli USA consumata negli allevamenti: 66% (4)

Percentuale del grano consumato nel mondo dagli animali d'allevamento: 38% (5)

Ogni quanto un bambino muore per malnutrizione/denutrizione:ogni 2.3 secondi (6)

Numero dei bambini che muoiono ogni giorno per malnutrizione/denutrizione: 38.000 (7)

Numero delle persone che moriranno quest'anno per malnutrizione/denutrizione: 20.000.000 (8)

Numero di umani che potrebbero essere nutriti utilizzando la terra, l'acqua e l'energia attualmente destinate agli allevamenti, se gli americani riducessero il loro consumo di carne del 10%: 100.000.000 (9)

Numero di umani che potrebbero nutrirsi con il grano e la soia attualmente destinati agli animali degli allevamenti:1.300.000.000

Numero delle persone che potrebbero essere nutrite con la soia e il grano utilizzati per produrre manzo, pollo, e prodotti caseari acquistati da un consumatore americano medio ogni anno: 7 (10)

20

 
Letter to
The United Nation Secretary-General Ban Ki-moon)
Department of the Environment, Food and Rural Affairs United Kingdom Mr. Jonathan Tilson
Head of Division I, Ministry for the Environment and Territory Italy Mr .Paolo Soprano
and 3 others
President on the Environment, Public Health and Food Safety Matthias GROOTE
European Commissioner Health and Consumer John DALLI
European Commissioner Agriculture Dacian Cioloş
Sovranita' Alimentare e Transizione in un Alimentazione Veg senza Crudelta nei Confronti degli Animali .
Sovranita Alimentare e Transizione in Alimentazione Veg senza crudelta nei Confronti degli Animali per Ridurre il Riscaldamento Globale , Salvare gli Animali ed il genere Umano Avremmo una migliore possibilità di vivere una vita più sana, ridurre il processo del riscaldamento globale , e, soprattutto, fermare l'uccisione di innocenti animali . Considerando questa azione un aiuto verso una transizione globale della Nutrizione in Un Alimentazione Priva di Crudelta.
1. Cambiare il modo in cui il cibo viene prodotto, adottando un sistema alimentare ecologicamente sostenibile e socialmente giusto, che abbia come spina dorsale una moltitudine di agricoltoria, cosi' come coltivatori urbani e periurbani.

2. Cambiare il modo in cui il cibo viene consumato, promuovendo la diversificazione delle culture alimentari, la Transizione verso abolizione del consumo di carne e del pesce la condivisione delle abilita' e dei saperi in cucina.Programmando una ricorversione degli allevamenti di animali da carne e del settore della pesca in attivita agricole di di servizi

3. Cambiare il modo in cui il cibo viene distribuito, decentrando le filiere agro-alimentari, promuovendo mercati basati sulla solidarieta' e su prezzi equi e favorendo le relazioni dirette tra produttori e consumatori in modo da contrastare l'espansione e il potere degli ipermercati.

4. Valorizzare e migliorare le condizioni sociali e di lavoro nei sistemi agricoli e alimentari, lottando per i diritti di tutte le donne e gli uomini che producono cibo, compresi i lavoratori stagionali, i migranti e i salariati nell’industria di trasformazione e nel settore commerciale.

5. Rivendicare il diritto ai nostri beni comuni: terra, semi tradizionali e riproducibili,Animali alberi e foreste, acqua, atmosfera e conoscenze, resistendo alla loro mercificazione, finanziarizzazione e brevettabilità e democratizzando il processo decisionale attinente alla loro fruizione, specialmente nel Sud del mondo.

6. Cambiare le politiche pubbliche che regolano i nostri sistemi agricoli e alimentari, assicurandosi che esse garantiscano, sia in Europa che nel Sud del mondo, la vitalita' delle aree rurali, prezzi equi per i coltivatori, alimenti sicuri e OGM-free per tutti, il divieto di speculare sulle derrate alimentari e la terra.

Sincerely,