#SonoEuropeoperché: firma e racconta la storia delle tue origini

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


In seguito alla #Brexit e alle tante voci di nostri connazionali che vorrebbero uscire dall'Unione Europea, ho deciso di far partire l'iniziativa #SonoEuropeoperché


Propongo ad ognuno di firmare questo impegno e di spiegare nei commenti alla petizione e nella successiva condivisione su Facebook la storia delle vostre origini (la provenienza dei vostri nonni, genitori, parenti lontani, avi).


Cosa fare:

  1. Firma e, nel commento che accompagna la firma, racconta le tue origini;
  2. Condividi la petizione su Facebook invitando 3 amici (taggandoli!) a firmare e a raccontare a loro volta le loro origini, e così via, in modo di creare una catena di popoli che si sono mescolati nei secoli per dare origine agli europei e agli italiani di oggi.

Ora vi racconto la storia delle mie origini, dalla quale ho capito il perché posso considerarmi prima Europeo e poi Italiano e dalla quale ho capito l'importanza di costruire un Unione Europea di Popoli.


Mi chiamo Mattia Petterlini e #SonoEuropeoperché:

- Da parte materna: gli avi di mia nonna provenivano da popolazioni nomadi situate nell'odierno Montenegro, quindi popoli dell'est europa. La madre di mio nonno, molto probabilmente era originaria di Foggia. I miei bisnonni (da parte di mia nonna) si sono conosciuti in Germania nei primi del '900, emigrati per lavoro e poi tornati in Italia per la guerra alle porte. Il fratello di mio nonno quando aveva 18 anni è morto nella battaglia di Russia nella seconda guerra mondiale, un altro fratello è morto per l'esplosione di una bomba in Italia. I miei parenti, come tutti hanno sofferto la fame durante la guerra, scappavano nei rifugi ad ogni allarme bomba. L'esercito Nazista si era accampato in casa loro e aveva donato qualche patata, ma la paura era grande.

- Da parte paterna: sia mia nonna che mio nonno erano Cimbri, popolo di origine germanica insediatosi nel nord Italia, parlanti una lingua dialettale tra il danese e il tedesco. I miei bisnonni si erano trasferiti con le relative famiglie a in un paesino vicino a Verona, ma come tutti i popoli da fuori vennero discriminati e considerati in modo dispregiativo dei “Montanari” un pò come dire “Terrone”, guardati con paura e disprezzo. Durante la Seconda guerra mondiale sono stati obbligati a dare ospitalità all'esercito Nazista e mio nonno per poco non veniva ucciso da un soldato nazista che gli aveva puntato la pistola in fronte davanti alla famiglia e ai figli. Durante il fascismo mio nonno ha dovuto fare la tessera del partito fascista per poter vivere e proteggere la famiglia e appena tornato a casa ha buttato tutto in un cassettone e lo ha preso a calci per esprimere lo schifo. Un soldato nazista però che probabilmente si era innamorato di mia nonna si era fatto mandare dalla madre un paio di scarpine tessute per mia zia molto piccola. Arrivati gli americani, accampati vicino a casa dei miei nonni, hanno donato una zappa per piantare le patate, cioccolato ai bimbi e una sensazione di fine di oppressione. Due miei zii negli anni '60, sono andati in Germania a lavorare, poi uno si è trasferito in Svezia e l'altro è diventato missionario in Brasile.

Vi dico questo, perché nel mio sangue scorrono tanti popoli: tedesco/danese, montenegrino, foggiano, veronese, italiano etc... sono un per così dire "misto" e tutti noi italiani siamo misti, per questo vi invito a partecipare a #SonoEuropeoperché, per dire no alla discriminazione, no alla guerra e no alla chiusura nazionalista che potrà portare odio e nuove guerre.


Sogno una vera Unione Europea di popoli, nella quale uomini e donne lavorino insieme per migliorare il mondo che li circonda, che vogliano costruire ponti e non muri, che vogliano mettere l'umanità prima del denaro e dove la libertà e l'uguaglianza siano il principio cardine di questa unione.


Un grazie a tutti coloro che parteciperanno a #SonoEuropeoperché



Oggi: Mattia conta su di te

Mattia Petterlini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "#SonoEuropeoperché: firma e racconta la storia delle tue origini - partecipa http://chn.ge/295N6xp". Unisciti con Mattia ed 18 sostenitori più oggi.