Fermiamo l'invasione della plastica nel Parco Nazionale della Sila

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Il territorio del Parco Nazionale della Sila è continuamente violentato da persone incivili che, dopo aver banchettato, abbandonano rifiuti tra i boschi.

I danni maggiori derivano dall'abbandono di plastiche, per lo più stoviglie, che si sbriciolano e permangono su e nel terreno per decenni, con conseguenze devastanti per l'equilibrio dell'ecosistema.

Con la presente petizione, si chiede ai destinatari di individuare soluzioni tempestive al problema e in particolare di introdurre norme che vietino, all'interno del perimetro del Parco, il trasporto e l'utilizzo di stoviglie usa e getta di plastica o altro materiale non compostabile.



Oggi: Comitato Ambientale Presilano conta su di te

Comitato Ambientale Presilano ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sonia Ferrari Commissario Straordinario dell'Ente Parco Nazionale della Sila: Fermiamo l'invasione della plastica nel Parco Nazionale della Sila". Unisciti con Comitato Ambientale Presilano ed 1.241 sostenitori più oggi.