Salviamo il popolo kashmiri

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.

Ahmad Ejaz
Ahmad Ejaz ha firmato questa petizione

Il governo indiano ha revocato lo statuto speciale concesso allo stato del Jammu e Kashmir dalla Costituzione indiana dal 1947 con l'articolo 370. Lo ha annunciato il ministro degli interni Amith Shah, che ha letto al Parlamento l'ordine sottoscritto dal presidente indiano: il provvedimento cancella l'articolo 370, e divide in due il territorio separando l'area del Ladak che viene trasformata in una Unione Territoriale.

L’iniziativa del partito nazionalista Bharatiya Janata del premier Narendra Modi è intesa a diluire la presenza musulmana, di fatto accelerando l’integrazione forzata del Kashmir, ma i leader locali hanno più volte ammonito il governo: la modifica costituzionale provocherà proteste e disordini.
 
Le autorità indiane hanno già lanciato operazioni di repressione, sospendendo i servizi telefonici e di Internet, e mettendo i leader locali agli arresti domiciliari. Ma la tensione è elevatissima, al punto che i turisti stanno abbandonando in massa la Regione. Ieri un allarme per possibili attacchi terroristici ha imposto l’evacuazione con i pullman di 20mila visitatori dalla zona del monte Amarnath.

Nei ultimi 30 anni sono state uccise più di centomila persone per la causa del Kashmir.