Salviamo i 30 pini di via Emo al Saval

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


A breve verrà realizzata la nuova ciclopedonale tra il Saval e San Zeno, che collegherà con un tracciato in sicurezza per ciclisti e pedoni, il qartiere Saval con il centro storico.

Il progetto, che ha un costo complessivo di 1.400.000 euro, è sostenuto dal Comune in cofinanziamento con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che ne ha riconosciuto il sostegno economico nell’ambito del programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro.

Il percorso ciclopedonale, tuttavia, prevede l'abbattimento di circa una cinquantina di piante. L'abbattimento più significativo è rappresentato dai circa trenta pini marittimi di via Emo, dove dovrà passare il percorso ciclabile.

Al fine di mantenere il finanziamento (vincolato al passaggio nei percorsi scolastici) ed evitare l'abbattimento di queste piante che rappresentano un patrimonio storico e per il quartiere e per l'intera città, si propongono all'altezza dell'amministrazione due diverse soluzioni alternative al passaggio di via Emo:

- Da via Marin Faliero proseguire verso sud per l'omonima via, fino ad intersezione con via Franchetti. A quel punto proseguire su via Franchetti, lato delle scuole Pertini e ricongiungersi verso la nuova ciclabile

- Da via Marin Faliero proseguire verso sud per l'ominima via, fino all'altezza con via Maddalena, proseguire quindi in via Franchetti, fino al ricongiungimento con l'omonima via. Proseguire sul lato delle scuole Pertini e ricongiungersi verso la nuova ciclabile

F.to

Federico Benini, Riccado Olivieri, Sergio Carollo