Più sicurezza a Mestre - Area Stazione

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Nonostante le denunce (sia singole che collettive), i numerosi articoli sui giornali e le varie apparizioni televisive (http://www.raiplay.it/video/2017/10/NEMO-Nessuno-escluso-72bb2666-6349-47d1-b39d-67953b1856f9.html) , a Mestre (in particolare Stazione ferroviaria e dintorni) non c'è ancora un sistema di sicurezza che dia i suoi frutti. In particolare il problema dello spaccio affligge la zona da parecchio tempo e sembra quasi che le autorità non vogliano darci ascolto; gli scambi avvengono alla luce del sole e le risse sono all'ordine del giorno. Una volta chiamata, la polizia (se) arriva con le volanti a controllare la situazione, ma nel frattempo i delinquenti fuggono, per poi riapparire una volta che il pericolo è scampato. La stessa cosa avviene con le ronde delle camionette militari. Personalmente vedo molto più personale concentrato nella zona di piazza Ferretto e viale Garibaldi, area centrale e quindi ritenuta di maggiore importanza, ma meno a rischio.

Sono una ragazza di vent'anni e, parlo per esperienza personale, vorrei e dovrei avere l'indipendenza di muovermi per la città, ma non mi sento abbastanza tutelata per farlo. La sera dopo una certa ora (non necessariamente a orari come mezzanotte, intendo anche alle nove o alle dieci) se decido di uscire con gli amici devo sempre essere sicura che qualcuno mi riporti a casa, o devo chiamare i miei genitori per venirmi a prendere. Mi sono capitati episodi di violenza verbale anche percorrendo i pochi metri che separano la fermata del bus da casa mia, oppure camminando sul marciapiede con un gruppo di amiche alle quattro del pomeriggio; sono situazioni dove una parte di me vorrebbe girarsi e affrontare questi ragazzi (molto probabilmente sono gli stessi spacciatori), ma ovviamente l'unica cosa che riesco a fare è continuare a camminare velocemente, con gli occhi rivolti verso il basso, facendo finta di niente. La cosa però si ripete da troppo tempo e sono stufa di far finta di niente, non voglio che questa diventi la norma.

Rivolgo perciò la mia attenzione e sicuramente anche quella di altre ragazze e ragazzi e di tutti i cittadini della zona alle Autorità competenti e al Sindaco Luigi Brugnaro; ora basta. 



Oggi: Anonima conta su di te

Anonima Veneziana ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Venezia Luigi Brungnaro: Più sicurezza a Mestre - Area Stazione". Unisciti con Anonima ed 35 sostenitori più oggi.