Problema spazzatura a Siracusa. Ognuno faccia la sua parte. L'Estate è alle porte.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


“E’ ormai considerazione largamente condivisa che la prevenzione finalizzata alla tutela dalla salute, in una società sviluppata, non possa prescindere dalla tutela dell’ambiente. Ne consegue la necessità che le forze poste a presidio dell’ambiente e della salute dei cittadini trovino forme sempre più strette di integrazione e collaborino costantemente ai fini della tutela del bene comune. “

 

Tutto ciò premesso a Siracusa oggi abbiamo dei problemi sotto gli occhi di tutti, mancati servizi da parte del gestore e l’abbandono costante e con metodo da parte di molti cittadini, in varie zone della città. Il Comune di Siracusa di suo forse non usa un comportamento di controllore che gli dovrebbe competere.

Ortigia, Santa Lucia, ma anche vie della zona balneare vengono sporcate da cittadini che lasciano sacchetti di spazzatura creando cumuli di essa, laddove vi erano i cassonetti, le mini isole ecologiche previste nelle frazioni, case sparse e zone balneari non sono state create.

E’ stata forse insufficiente la campagna di informazione/formazione da parte del gestore, eppure i fondi previsti per oltre 300 mila euro per il solo primo anno, sarebbero dovuti essere sufficienti. Anche qui il Comune di Siracusa forse avrebbe dovuto monitorare meglio.

Ciò comporta segnalazione da parte di cittadini di odori nauseabondi e presenza di topi. A tal proposito la presenza di questi animali, in previsione di un imminente periodo di stagione calda può comportare un aumento della criticità ambientale che potrebbe tramutarsi in un rischio sanitario, aumentando la popolazione di questi animali.

Cosa fare? Il comune di Siracusa nella persona del suo assessore/sindaco che sono i riferimenti politici della polizia municipale e anche degli ispettori ambientali volontari, dovrebbero intensificare il loro lavoro educativo/sanzionatorio rispetto a quei cittadini che con metodo continuano a sporcare. Facciamo un esempio per capirci. In via Cuma, Borgata/Santa Lucia, esiste un angolo dove ogni 2-3 giorni si forma un cumulo grande quanto un vecchio cassonetto.

Questo significa che quotidianamente ci sono dei cittadini che scendono la propria spazzatura e la lasciano li. Le autorità preposte, tramite appostamento non dovrebbero faticare molto a capire di chi si tratta, redarguirli la prima volta e multarli alla seconda.

Altra soluzione dovrebbe essere quella di incrociare i dati dei cittadini che hanno ritirato i mastelli della raccolta differenziata e chi no. I vigili urbani, come fanno per verificare la residenza quando avviene un cambio, dovrebbero suonare porta per porta ed accertarsi del ritiro dei mastelli e trovare delle soluzioni qualora non lo avessero ritirati. Il mancato ritiro è dovuto sicuramente alla non iscrizione all’anagrafica fiscale del comune, per cui il cittadino/proprietario dell’immobile non ha mai pagato la TARI.

Tutto ciò ad un mese dal voto, il 10 giugno, capisco che è antipopolare e che non porta voti, anzi, ma la città non può permettersi di rimanere sporca e sotto il rischio di vedere aumentare la popolazione di animali e insetti, non considerando odori nauseabondi.

Ma come migliorare? Serve una immediata campagna informativa/educativa da parte del comune e del gestore. Serve un miglioramento delle informazioni e di come farle arrivare ai cittadini.

Serve che il gestore applichi quanto previsto dal CSA quindi cestini (alcuni dei quali sono stati installati) e i 500 kit per le deiezioni canine.

Con tale documento si chiede una presa di posizione forte dell’attuale amministrazione comunale pubblicando quotidianamente, omettendo i dati sensibili, foto e video dei cittadini e dei verbali fatti loro. Si chiede al Comune di Siracusa di rendere noto in che modo controlla il gestore, se prende provvedimenti. Si chiede al gestore di limitare al minimo i disservizi, i mancati passaggi, di aumentare il personale sia sul territorio sia che risponda al telefono al numero verde istituito. Questo è l’unico modo per dissuadere i cittadini a sporcare, insieme ad un incrocio dati per capire chi ha ritirato i mastelli e chi no.

Salvatore Russo, gestore della pagina Facebook indipendente “Raccolta Differenziata Siracusa”.

3471097484

Infine un appello: non sai come fare con i rifiuti? Non li abbandonare per strada. Fai un danno a tutti ed anche a te stesso e rischi una forte sanzione. Scrivimi e ti darò l'informazione che l'amministrazione/gestore non ti ha dato per rispettare la tua città. 3471097484, anche Whatsapp oppure sulla pagina Facebook “Raccolta Differenziata Siracusa”

https://www.facebook.com/RaccoltaDifferenziataSiracusa/

Siracusa 07/05/2018



Oggi: Salvatore conta su di te

Salvatore Russo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Siracusa: Problema spazzatura a Siracusa. Ognuno faccia la sua parte. l'Estate è alle porte.". Unisciti con Salvatore ed 207 sostenitori più oggi.