DIFENDIAMO IL PARCO PUBBLICO DEL SANTA MARIA DELLA PIETA’ - ROMA

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


Il parco del Santa Maria della Pieta’, un tempo secondo solo all'’Orto botanico per varietà vegetali, deve restare pubblico e divenire veramente pedonale. Purtroppo, dopo il 2009, invece che una sua pedonalizzazione si e’ assistito a una invasione di auto, soprattutto negli orari di ufficio, alla mancata manutenzione dei parchi giochi e del percorso vita esistente, e alla distruzione dei recuperi fatti in modo autonomo, ma a norma di legge, da cittadini/e di ogni età. Pensavamo che i recenti lavori di manutenzione fossero l’anticipazione finalmente della sua definitiva pedonalizzazione.

Invece apprendiamo dalla documentazione del Tavolo Tecnico di Regione e ASL RM1 che la pedonalizzazione sara’ solo prevista per un corridoio centrale, per lasciare poi alla circolazione delle auto l’attuale anello ciclabile esterno (usato, appunto da cilisti/e, podisti/e etc.) e le attuali strade che conducono ai padiglioni piu’ interni. Prevedendo inoltre una serie di parcheggi interni che si aggiungono a quelli esterni gia’ esistenti, abbandonati al degrado e mai recuperati.

Il progetto attuale di Regione e ASL RM1 nei fatti distrugge il Parco del Santa Maria della Pieta’.

Dalla meta’ degli anni 90 la cittadinanza di Monte Mario, Torrevecchia e Primavalle conosce, visita e utilizza il Parco. E’stato prezioso nel periodo di Covid 19 per consentire la possibile attivita’ fisica e ricreativa. Da anni, pur nelle difficolta’ dovute al rilascio di centinaia di permessi di ingresso alle auto, il suo utilizzo va dalla mattina alla sera, per nonni e nonne con nipoti e nipotine, per chi corre, per chi ama la bicicletta, mamme, anziani, ragazzi e ragazze del quartiere, per chi ha cani, e’ rifugio per colonie feline, ma anche per volpi e uccelli.

Pedonalizzare un parco pubblico non significa costruire una striscia di marciapiede riservata ai pedoni. Significa rendere la auto ospiti occasionali e non desiderati.

Chiediamo a Municipio e Comune di Roma di far valere le loro prerogative e quanto previsto nella Deliberazione Comunale n. 40 del 2015 ed interrompere lo scempio del Parco del Santa Maria della Pieta’. Di assumere la tutela del Parco, nel quale, per altro, si colloca anche la sede Municipale. nella sua interezza, di farsi portatore presso la Citta’ Metropolitana del compito di ripristinare i parcheggi esterni di sua competenza, di procedere infine a una effettiva completa pedonalizzazione.

COMITATO PER LA DIFESA DEL PARCO PUBBLICO DEL SANTA MARIA DELLA PIETA’

 



Oggi: Massimiliano conta su di te

Massimiliano Taggi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Roma: DIFENDIAMO IL PARCO PUBBLICO DEL SANTA MARIA DELLA PIETA’ - ROMA". Unisciti con Massimiliano ed 1.809 sostenitori più oggi.