Salviamo la grande quercia di Via Bombasi

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


La grande quercia di via Bombasi non deve morire.
Una recente sentenza del tribunale ha condannato alla “capitozzatura” una maestosa Farnia, la storica quercia di pianura, che vegeta da oltre 85 anni in un cortile privato di via Bombasi, perché le sue foglie finiscono in una piccola piscina di un vicino di casa. La capitozzatura, un intervento sugli alberi che ne cima la chioma, è vietato dal Regolamento del verde Comunale; soprattutto se effettuato su una quercia comporterebbe la sua morte nel giro di pochi anni.

Chiediamo pertanto la sospensione del provvedimento che condanna l’albero ed un intervento del Sindaco, responsabile della salute pubblica,  affinché intervenga per salvare la pianta, anche segnalandola alla Regione come albero monumentale. In questo caso l’esemplare diventerebbe “intangibile” e  potrebbe così salvarsi.