Sicuri, in bici

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


La mancanza di manutenzione delle strade comunali e la carente, o inadeguata segnaletica viaria - atte a garantire la sicurezza e l’incolumità degli utenti della strada – sono sotto gli occhi di tutti.

Inoltre, la mancata apposizione di limiti, o dissuasori di velocità e di una illuminazione che renda distinguibile la specificità delle intersezioni

mettono in serio pericolo l’incolumità degli utenti deboli

e, soprattutto, dei giovani in età scolare, delle mamme, degli anziani, dei disabili e dei pendolari che viaggiano in bicicletta per motivi di lavoro.

Concretamente, lo scopo della presente è indirizzato ad evidenziare la particolare pericolosità delle intersezioni tra i percorsi/piste ciclabili e la viabilità “ordinaria”, nonché il basso costo e l’alta efficacia di semplici interventi rivolti a tutelare l’incolumità di cittadini, lungo le strade di pertinenza del Comune.

Queste condizioni sono percepite come un pericolo costante e mantengono il rischio di incidenti ad un livello che scoraggia l’uso dei mezzi di trasporto meno inquinanti e, in particolare, delle biciclette.

Infine , l’incessante verificarsi di furti, giustifica un approccio che si avvale della collaborazione tra Istituzioni, Forze dell’Ordine e Cittadini e che è praticato gratuitamente in alcuni Comuni Italiani: si chiama PUNZONATURA dei TELAI con macchinari appositi.

 La copertura finanziaria per risolvere questi problemi è a portata di mano:

Risiede nell’ Art. 208. del Codice della Strada, che così cita:

 Proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie.

1. I proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni previste dal presente codice sono devoluti …omissis… alle regioni, province e comuni, quando le violazioni siano accertate da funzionari, ufficiali ed agenti, rispettivamente, delle regioni, delle province e dei comuni.

2. Omissis…Comma 4. Una quota pari al 50 per cento dei proventi …omissis…è destinata: a)    in misura non inferiore a un quarto della quota, a interventi di sostituzione, di ammodernamento, di potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell'ente;

b)    Omissis…c)    … a interventi per la sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli, quali bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti

CHIEDIAMO

all’Amministrazione del Comune di Pescara di adempiere alle norme in ordine alla sicurezza degli utenti della strada.

INVITIAMO

La giunta del Comune di Pescara ad adoperare, per gli interventi volti a garantire la sicurezza degli utenti deboli della strada e la prevenzione dei furti delle biciclette, i proventi delle multe.



Oggi: Fondazione Olos onlus conta su di te

Fondazione Olos onlus ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Pescara: Sicuri, in bici". Unisciti con Fondazione Olos onlus ed 260 sostenitori più oggi.