Fermiamo la strage dei randagi

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Attualmente nel territorio di Napoli e provincia i randagi raccolti per strada sono indirizzati alla ASL veterinaria di pertinenza (ex OPG Frullone), che presta loro le cure necessarie, li sterilizza e appone loro i microchip per l'identificazione. Dopo, sono "liberati sul territorio".

In altre parole, sono di nuovo abbandonati a sè stessi per strada, anche in luoghi diversi da quelli in cui sono stati trovati. Ciò significa condizioni di vita estremamente difficili per i randagi già abituati a vivere per strada, ma in contesti completamente diversi. Inevitabilmente, perderanno i propri punti (e/o persone) di riferimento. Significa anche morte certa per quegli animali che, abituati ad una vita domestica, per fatalità avversa si sono allontanati da casa.

Chiediamo al Sindaco di Napoli di istituire un tavolo di lavoro che ponga fine a tale metodo. "Liberare gli animali sul territorio" non è tanto diverso che ucciderli nelle strutture che invece dovrebbero ospitarli e curarli.

Al contrario, elaborando con impegno sempre più frequenti ed efficaci progetti e azioni di collaborazione sinergica con le varie associazioni di volontariato dei territori di pertinenza, si potranno concretizzare al più presto metodi alternativi e "virtuosi". Tali progetti e azioni, messi a punto con l'apporto delle associazioni già esistenti, se ben strutturati, magari anche col coinvolgimento dei relativi enti locali e con un monitoraggio regolare e corretto delle attività, porterebbero alla giusta soluzione del problema del randagismo, nel pieno rispetto della DIGNITA' e delle VITE degli animali.

Tra l'altro, una tale "rete", riconosciuta ed operante nella legalità, oltre che alleggerire il grosso carico di responsabilità e di lavoro finora svolto integralmente dai soli dipendenti della ASL in questione per l'estesissima area ad essa pertinente, potrebbe anche diventare una vera e propria occupazione per chi con tanta passione - e finora solo a titolo volontario e gratuito - è già attivo nel settore, grazie ad un utilizzo oculato delle risorse economiche disponibili (anche fondi europei).

 "Il livello di civiltà di un popolo si misura dal modo in cui sono trattati i più deboli"



Oggi: evelina conta su di te

evelina masturzo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Napoli: Per una giusta soluzione al problema del randagismo". Unisciti con evelina ed 105 sostenitori più oggi.