Turismo sostenibile nelle isole Eolie

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


Da anni le isole Eolie, appartenenti al Comune di Lipari, ed in particolare l'isola di Stromboli assistono passivamente all'arrivo di un turismo giornaliero intenso, migliaia di persone, che diventa insostenibile per una serie di motivazioni:

1) Sicurezza Pubblica: lo Stromboli è un vulcano attivo!

2) Igiene Pubblica: ad un gran numero di persone che si riversa sull'isola non corrisponde un adeguato livello di servizi alla persona (servizi igienici pubblici, aree suppletive di raccolta rifiuti, congestione linee di telefonia cellulare ...);

3) Covid-19: un numero così consistente di persone presenti nello stesso momento su un territorio di estensione  limitata, non consente il corretto distanziamento sociale e il rispetto delle norme di sicurezza che la pandemia impone.

4) Controllo del Territorio: le autorità preposte alla vigilanza e ai controlli, sono assolutamente in numero insufficiente rispetto alla quantità di visitatori che ogni giorno sbarcano sull'isola.

Si chiede pertanto che le autorità provvedano, ognuna per le proprie competenze, all'emanazione di provvedimenti che tutelino la popolazione stanziale e che favoriscano la fruizione del territorio. Questo potrebbe migliorare le condizioni di lavoro delle attività commerciali e di ristoro dell'isola, offrendo una accoglienza adeguata ad ogni richiesta turistica.

Stromboli è Patrimonio dell'Umanità e come tale va tutelata, rispettata e valorizzata! 

La presente petizione è supportata e condivisa con l'Associazione "AMO STROMBOLI".