Un futuro più sicuro per il Parco del Roccolo e la nostra salute

Recent news

PARCO DEL ROCCOLO REGIONALE 1273 SI’ ALLA PETIZIONE

Il Parco del Roccolo esiste ormai da tre decenni. È nato per difendere il nostro territorio da pericoli ambientali gravissimi e ripetuti: un mega inceneritore, un mega allevamento di galline ovaiole e ora una mega discarica di rifiuti speciali. E purtroppo tutto mega, se si pensa che la discarica che stiamo combattendo dovrebbe ricevere ben 600.000 metri cubi di rifiuti speciali di 152 tipologie. La battaglia per il parco, iniziata da Legambiente nell’ultimo decennio del secolo scorso, è stata fatta propria da altre associazioni, comitati e da semplici e combattivi cittadini: alla raccolta firma hanno aderito ben 1273 persone sensibili e determinate. Abbiamo presentato questa petizione il 24 maggio, Giornata Europea dei Parchi, perché abbiamo capito che i PLIS (Parchi Locali di Interesse Sovracomunale) non sono più in grado di difendere i territori dal pericolo di insediamenti nocivi per l’ambiente e la salute. Perciò chiediamo che il PLIS del Roccolo diventi PARCO A TUTELA REGIONALE. Il percorso continuerà con la consegna della petizione e del Manifesto raffigurato alla Regione Lombardia e al Sindaco di Canegrate, che rappresenta tutti i 6 Comuni del PLIS, in quanto capofila. Confidiamo nella sensibilità e lungimiranza dei nostri Amministratori, Comunali e Regionali, e ci attendiamo da loro una adesione convinta alla nostra richiesta. La nostra salute e l’integrità dell’ambiente in cui viviamo e in cui vivranno le future generazioni è nelle loro mani. LEGAMBIENTE Circoli di: Parabiago, Nerviano, Canegrate, Arluno, WWF Lombardia, LIPU Gruppo Locale di Parabiago, FIAB Canegrate Pedala, DAVO Distretto Agricolo Valle Olona, Forum C.L.I.M.A. Ticino-Olona, COMITATO Cittadini Antidiscarica Busto Garolfo-Casorezzo, CAI Sezione di Parabiago, LEGAMBIENTE Lombardia.

Legambiente
1 year ago