Difendiamo la partecipazione del Teatro Comunale di Bologna al Rossini Opera Festival!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


L'Orchestra e il Coro del Teatro Comunale di Bologna sono legati indissolubilmente all'opera di Rossini e al Festival a lui dedicato ogni anno a Pesaro, unico al mondo, paragonabile solo a quello Wagneriano di Bayreuth. La storia della critica musicale, e innumerevoli testimonianze registrate, video e audio, lo testimoniano in modo indiscutibile. Il suono, la "tinta" Rossiniana di questi complessi artistici, non si improvvisano: sono frutto di anni di lavoro, passione e consuetudine, e la loro unicità affonda le radici in una tradizione musicale di grande valore.

Oggi apprendiamo che, per incredibili motivi di politica amministrativa, contro la volontà di gran parte dei musicisti coinvolti (che propongono soluzioni alternative innovative, dimostrando attenzione e disponibilità), il Management ha deciso, unilateralmente, di interrompere la partecipazione dei complessi artistici del Teatro Comunale di Bologna al Rossini Opera Festival, a partire dall'edizione 2017, in cui era già stata annunciata.

A chi può cambiare questa decisione, chiediamo di assumersi le sue responsabilità, e fare il possibile per non privare il pubblico di melomani di tutto il mondo, i cittadini di Bologna e di Pesaro, gli appassionati di ogni età, di questo contributo fondamentale.

Con grandissimi Direttori, come, ad esempio, Michele Mariotti e Roberto Abbado, e il compianto Alberto Zedda, recentemente scomparso, questi artisti hanno contribuito, con il Rossini Opera Festival, alla cultura musicale mondiale, all'immagine del nostro Paese e alla conoscenza e diffusione della musica immortale di Gioachino Rossini - non fermiamo questa grande avventura artistica, umana e intellettuale!

 



Oggi: Marco conta su di te

Marco Ossani ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco di Bologna: Salviamo l'impegno dell'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna al Rossini Opera Festival". Unisciti con Marco ed 541 sostenitori più oggi.