Chiediamo informazioni trasparenti e acqua potabile nel comune di Anguillara Sabazia!

Chiediamo informazioni trasparenti e acqua potabile nel comune di Anguillara Sabazia!

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Maria Francesca Salice ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Sindaco di Anguillara Sabazia - Dott. Angelo Pizzigallo

Ai sensi del Dlgs 33/2013, chiediamo:

  • l’accesso alle informazioni inerenti il servizio idrico di Anguillara Sabazia su tutte le aree comunali,  con particolare riferimento alle zone servite dall’Acquedotto del Biadaro  che ormai da mesi non ricevono più acqua potabile
  • il ripristino della potabilità dell’acqua proveniente dall’acquedotto del Biadaro  
  • un efficiente  sistema di controllo dell’acqua proveniente da questo e da tutti gli altri acquedotti comunali
  • una migliore manutenzione di tutta la rete idrica del comune


I cittadini di Anguillara Sabazia hanno il diritto di: 

  •  essere informati regolarmente sulla qualità dell’acqua erogata dagli acquedotti (ben cinque!) che servono il comune
  • conoscere la mappatura della rete di distribuzione idrica e sapere a quale o a quali acquedotti è collegata la propria utenza
  • essere avvisati tempestivamente in merito alle ripetute e/o improvvise sospensioni del servizio idrico, sia per organizzare le proprie attività personali che quelle commerciali, onde ridurre anche il conseguente danno economico
  • sapere come venga assicurata la qualità dell’acqua erogata dagli acquedotti comunali
  • conoscere con quale cadenza vengono effettuate le analisi dell’acqua potabile sia dalle ditte appaltatrici del servizio idrico sia dagli stessi uffici del Comune
  • conoscere tempestivamente e regolarmente i risultati delle analisi dell’acqua

Purtroppo, per i cittadini di Anguillara Sabazia l’accesso a queste informazioni è molto difficile.

In particolare, dopo l'Ordinanza n.8 del 29/05/2020, con la quale il  Commissario Prefettizio informava della non potabilità dell’acqua, i cittadini delle aree comunali servite dall’ acquedotto del Biadaro  attendono ormai da sette mesi una data  certa per il ripristino della potabilità, non conoscendo quali inquinanti con i loro rispettivi valori siano effettivamente presenti nell’acqua che esce dai loro rubinetti. 

Questi cittadini sono pertanto costretti:

  • ad acquistare acqua potabile in bottiglia per bere e cucinare (con loro danno economico e con conseguente danno all’ambiente per la plastica da smaltire)
  • oppure a prelevare acqua  da alcuni serbatoi posti nelle zone servite dal Biadaro (la cui acqua viene dichiarata potabile dal Comune ma non si sa se, da chi e con quale frequenza viene  controllata) 
  • a pagare importi non commisurati al servizio idrico effettivamente erogato. 

Pertanto, alla luce di quanto premesso, chiediamo gentilmente al Sindaco Dott. Angelo Pizzigallo di adoperarsi al più presto per:

  • ripristinare la potabilità dell’acqua distribuita dall’acquedotto del Biadaro 
  • assicurare la qualità dell’acqua proveniente da questo e da tutti gli acquedotti comunali con il miglioramento delle attività di manutenzione e controllo
  • garantire la pubblicazione dei dati sulle analisi delle acque che la ASL dovrebbe svolgere mensilmente
  • garantire ulteriori più frequenti analisi della qualità delle acque  attraverso i servizi del Comune, le ditte esterne o altri enti preposti
  • pubblicare regolarmente e tempestivamente i risultati delle analisi dell’acqua attraverso tutti i canali disponibili
  • comunicare ai cittadini, con  adeguato anticipo e attraverso tutti i mezzi informativi possibili, eventuali interruzioni o malfunzionamenti del servizio idrico
  • indicare nella fattura il nome dell’acquedotto al quale è connessa l’utenza e tutte le informazioni utili per assicurare la massima trasparenza

a tutela dei diritti e della salute di tutta la cittadinanza.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!