RESTITUIRE LA PINETA A RAGGIO DI VENERE

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


 

RESTITUIRE  LA  PINETA  A RAGGIO  DI  VENERE

A Lignano Pineta, tra Raggio di Venere e Viale delle palme, permane da 9 anni un “cantiere abbandonato“.

Il cantiere da sempre è fonte di preoccupazione soprattutto per la  presenza, al suo interno, di ristagni d’acqua e sedimi fangosi responsabili della proliferazione di zanzare ed altri animali pericolosi per la salute umana.

Per gli edifici confinanti e per chi percorre lo strada di Raggio di Venere, la presenza dello scavo rappresenta un potenziale pericolo.

L’area su cui si trova il cantiere , ubicata a breve distanza dal mare, fino al 1993 era tutelata da  un rigido vincolo idrogeologico  e  ricoperta da una rigogliosa pineta.

Il vincolo fu tolto nel successivo 1994 e tra il 2006 ed il 2008 i pini furono abbattuti per fare posto ad un intervento edilizio.

I lavori iniziati nel 2008 furono bloccati da una sentenza del TAR che annullava la concessione edilizia (n° 8454 dell’8 Settembre 2006) per mancato rispetto della data di inizio attività, distanza dai confini e cubatura di progetto elevata.

Ciò non evitò la costruzione di due piani interrati privi di solaio, poi oggetto di sanatoria nel 2011.

Attualmente il proprietario dell’area ha richiesto al Comune un parere preventivo per la realizzazione in deroga al nuovo piano regolatore recentemente approvato, di un “albergo siluro“ di 7 piani .

Il Cordicom FVG, il Comitato “ Insieme per Raggio di Venere”, i cittadini proprietari delle seconde case, i turisti amanti delle bellezze della Pineta di Lignano Sabbiadoro

chiedono al Sindaco :

  1. di impegnarsi per una corretta gestione del sito evitando ulteriori colate di cemento che creerebbero sulla zona, già ricoperta di costruito, un’alterazione del microclima ed un importante impatto sul paesaggio e sulla qualità della vita non solo dei residenti e dei proprietari degli immobili limitrofi, ma anche di tutti i turisti che da anni stanno subendo pesanti disagi dovuti allo stato di abbandono del cantiere;
  2. di non concedere deroghe o varianti al vigente  PRCG ;
  3. di acquisire la proprietà della zona, distinta catastalmente al Fg. 52 map. 399 procedendo a ripristinare lo stato esistente a pineta con parcheggio a raso oppure, in alternativa, completare la realizzazione dei garages interrati con superficie  verde soprastante.


Oggi: Luciano conta su di te

Luciano Zorzenone ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "SINDACO DELLA CITTA' DI LIGNANO SABBIADORO : RESTITUIRE LA PINETA A RAGGIO DI VENERE". Unisciti con Luciano ed 183 sostenitori più oggi.