SI a condotta sottomarina per depuratore Salerno - NO a depuratore consortile in Demanio

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


GRANDE DEPURATORE IN LOCALITA’ DEMANIO DI MAIORI – OPERA A SERVIZIO DEI COMUNI DI ATRANI – MAIORI – MINORI – RAVELLO – SCALA - TRAMONTI

PETIZIONE POPOLARE ON LINE

Ai Sindaci dei Comuni di ATRANI – MAIORI – MINORI – RAVELLO – SCALA - TRAMONTI

Al Presidente delle Provincia di Salerno

Al Presidente della Regione Campania

e p.c.

al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Alla  Soprintendenza all’archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino

All’Autorità di Bacino Regionale Campania Sud ed Interregionale per il Bacino Idrografico del Fiume Sele

Premesso

CHE il progetto è stato proposto dalla Regione Campania con una spesa di circa 18 mln di euro (POR agenda 2014-2020); Il soggetto attuatore è stato scelto nella provincia di Salerno e i comuni in questione hanno già fornito, per quanto di competenza, il parere favorevole paesaggistico; che allo stato sussiste il Progetto Definitivo ed è stato pubblicato dalla Provincia di Salerno il Bando di Gara Integrato(progetto esecutivo con opera);

CHE il depuratore dovrà servire un bacino di utenza molto esteso che ingloba 6 Comuni compresa Maiori, per decine di chilometri da Ravello-Scala-Atrani a Minori – Tramonti; Il comune terminale è Maiori ove saranno concentrati tutti gli impianti di adduzione provenienti dalla Costiera con tubi di mandata e centrale idroelettrica, camera di sollevamento e sfioro “troppo pieno” in condotta sottomarina in caso di emergenza;

CHE il Progetto Definitivo prevede una rete di collegamenti con adduzioni dai comuni di Ravello località Cigliano- Scala-Atrani impegnando la sede stradale della SS163, dai comuni in questione, sino alla località Marmorata di Ravello (70 mt slm) e da qui in direzione Minori ove saranno convogliati per il “salto” in Comune di Maiori;

CHE è previsto l’utilizzo delle attuali condotte sottomarine di ATRANI -  MINORI e MAIORI nel caso di emergenza con fuoriuscita dei liquami non trattati in mare;

CHE l’attuale Progetto stima un carico degli impianti per 40mila persone tra residenti e turisti soggiornanti nel periodo di max estivo nei suddetti comuni;

CHE sussiste il rischio di cattivo funzionamento degli impianti date le distanze e condotte con fuoriuscita dei liquami in mare o per scoppio/rottura/perdita delle tubazioni direttamente in SS163 e nei centri abitati;

CHE tale intervento, per il raggio impiegato e le distanze considerevoli nonché per complessità dell’Opera e livelli di impatto sul territorio costiero e sui centri urbani dei comuni interessati, è qualificabile come Grande Opera;

CHE sussiste agli atti un progetto alternativo, per via mare, con collegamento al grande impianto di depurazione della città di Salerno (tutto per condotta sottomarina) proposto dalla società Ausino Servizi Idrici Integrati S.p.A. Cava dei Tirreni che è stato di fatto ignorato dagli enti senza alcuna motivazione tecnica seppur risultante più conveniente per costi di realizzazione e gestione;

CHE dall’altra è stato già approvato il collegamento in condotta sottomarina dal comune di CETARA al Grande Depuratore di Salerno ed è in fase esecutiva;

CHE altresì non è stata approfondita altra soluzione “a terra” per mezzo di “piccole opere”, nel caso piccoli impianti, che così vengono indicati, a solo scopo esemplificativo, come possibile soluzione nel rispetto della morfologia naturale dei luoghi:

  1. Piccolo impianto tra i comuni di Tramonti e Maiori;
  2. Piccolo impianto tra i Comuni di Minori e Ravello ( le località Sambuco e nord del versante  Marmorata di Ravello con Minori);
  3. Piccolo impianto tra i Comuni di Scala – Ravello Cigliano con Atrani.

Tanto premesso

I sottoscritti manifestano perciò una grave preoccupazione per il costruendo impianto per i rischi all’ambiente naturale – marino e urbano del paesaggio che può arrecare a tutti i centri abitati interessati oltreché alla città di Maiori e alla località Demanio;

I sottoscritti inoltre, considerato che:

  • l’intero territorio della Costiera amalfitana e nel particolare i comuni in questione sono sottoposti ai vincoli ambientali e paesaggistici di cui alle leggi esistenti;
  • il territorio della Costiera amalfitana ricade, tra i centri di interesse mondiale, nell’elenco dei luoghi Patrimonio UNESCO;
  • il sito in questione è classificato AREA SIC e Natura 2000 per il suo alto valore ambientale e paesaggistico. Le sue caratteristiche infatti lo rendono molto simile alla famosa Valle delle Ferriere del vicino comune di Scala e come in quella, la ricchezza delle acque, l'elevato tasso di umidità, la ridotta escursione termica, consentono la presenza di essenze vegetali particolarmente preziose come la Woodwardia radicans (una rara felce di origine preistorica che il suo scopritore, Sir Francis Neville Reid, rinvenne all'epoca, anche nella "vallata di Majori" nei cui anfratti più segreti è probabile sia riuscita a sopravvivere);  L' area, inoltre, presenta un elevato grado di rischio e pericolo per Frana e Alluvione, classificata P4/R4, e perciò sottoposta a tutti i vincoli di legge;

CHIEDONO AGLI ENTI INTERESSATI, 
CIASCUNO PER LE PROPRIE COMPETENZE DI LEGGE E RESPONSABILITA’

  • LA SOSPENSIONE DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE RELATIVE ALLA REALIZZAZIONE DELL’OPERA DE QUO;
  • IL RIGETTO DELLA RICHIESTA DI CONCESSIONE DEI SUOLI OGGETTO DELL’OPERA IN LOCALITA’ DEMANIO DI MAIORI PER SUSSITENZA DEI VINCOLI AMBIENTALI  ED IDROGEOLOGICI NONCHE’ PER IL CARICO SPROPOSITATO CHE GRAVEREBBE UNICAMENTE SULLA CITTA’ DI MAIORI;
  • LO STUDIO APPROFONDITO DELLA PROPOSTA DI PROGETTO RELATIVO ALLA CONDOTTA SOTTOMARINA PER IL COLLEGAMENTO CON IL GRANDE DEPURATORE DELLA CITTA’ DI SALERNO, PRESENTATA DA AUSINO SERVIZI IDRICI INTEGRATI, NONCHE’ DI ALTRE SOLUZIONI “A TERRA” PER MEZZO DI PICCOLI IMPIANTI COSI’ COME DESCRITTI IN PREMESSA.

Febbraio 2021
 

Scopri di più ->



Oggi: Comitato conta su di te

Comitato Tuteliamo la Costiera Amalfitana ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco Comune di Maiori : SI a condotta sottomarina per il depuratore di Salerno". Unisciti con Comitato ed 412 sostenitori più oggi.