Ridateci i mezzi notturni a Milano.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Dal 9 gennaio 2017, il servizio ATM dei mezzi notturni ha subìto un taglio di oltre il 70% della rete.
Con la cancellazione di 10 linee su 14 durante la settimana, lasciando superstiti solo le sostitutive delle linee metropolitane 1-2-3, le popolose periferie della città di Milano sono ora completamente scollegate dal centro nelle ore notturne dai mezzi pubblici.

Dalla Milano che guarda all'Europa, dove dal 2011 si è iniziato a pensare e realizzare una città a misura di cittadino, ci si deve aspettare di più. E, invece, una delle radicali eredità di EXPO 2015, il servizio dei mezzi notturni tutta la settimana come nelle grandi capitali europee e non, viene cancellata da un giorno all'altro.

Nel programma del sindaco Beppe Sala, cui è indirizzato questo appello, diceva «il trasporto notturno va implementato in tutte le zone della città, anche come fattore di sicurezza e coesione sociale.» (pag. 27 goo.gl/xEQoI7).
Ebbene, la sostanziale soppressione del servizio in favore dell'anticipo dell'apertura delle metropolitane di mezz'ora, non è un'implementazione del servizio notturno.

Ad oggi interi quartieri, come Gratosoglio, Quarto Oggiaro, Bicocca, Ortica e molti altri, la notte rimangono isolati.

Come possono i giovani, i lavoratori dei locali della movida o i turisti ritornare a casa o in albergo dal centro?
Vogliamo forse una città che a mezzanotte si spegne?
Vogliamo forse una città con guidatori brilli al volante?
Vogliamo forse una città a due velocità di vita?

Noi diciamo di no e chiediamo all'amministrazione un cambio di rotta, anche in vista dell'estate.


Comitato "Moti Notturni".



Oggi: Moti conta su di te

Moti Notturni ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sindaco Beppe Sala: ripristina i mezzi notturni a Milano.". Unisciti con Moti ed 205 sostenitori più oggi.