Difendiamo il NIDABA Theatre per difendere la musica, l'arte e la cultura

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Al Nidaba Theatre lavoriamo da 25 anni in Via Gola come attività culturale. 
Con grandi sacrifici e grazie al supporto di tantissimi artisti, il Nidaba è diventato un importante punto di riferimento nazionale e internazionale per la musica dal vivo, con più di 5000 spettacoli realizzati.

L'anno scorso è iniziata un assurda operazione immobiliare che ha come scopo quello di trasformare il negozio confinante, in residenze. Senza tener conto della pre-esistenza di un locale di musica live e senza apporre i dovuti adeguamenti acustici (come previsto dalla legge), che in questo caso sono impossibili !! "La camera da letto sorgerà  dietro il palco del nidaba e dietro una vetrina sulla strada".

I lavori sono iniziati da mesi e il cambio di destinazione d'uso dell'immobile sta avendo facilitazioni dall'eccessiva burocrazia, dal conseguente scarso controllo, e da disposizioni interne degli uffici tecnici, nate per snellire la burocrazia e che invece, in questo caso, permettono di non presentare documenti importantissimi che tutelerebbero la nostra attività e il futuro acquirente. Disposizioni che gli uffici comunali si ostinano ad applicare con una presa di posizione inspiegabile. 

L'esistenza del NIDABA rischia di essere compromessa  se questi appartamenti verranno realizzati senza i requisiti acustici abitativi previsti dalla legge. Così facendo noi e lo sprovveduto acquirente saremo entrambi vittime di questa operazione e probabilmente saremo noi a trovarci in conflitto, intanto chi ha costruito avrà già intascato i soldi..

Questi imprenditori hanno già manifestato apertamente,  la loro intenzione di far chiudere il Nidaba con una denuncia per inquinamento acustico, totalmente infondata, senza che i negozi fossero abitati e senza avere i regolari titoli abitativi edilizi.

Da oltre un anno combattiamo da soli questa battaglia e stiamo perdendo ormai le speranze..

Questo è l'ennesimo sopruso del business dell'imprenditoria edile che costringe le attività culturali a soccombere: la nostra Milano ha già visto importanti live club chiudere per lasciare posto ad abitazioni.

Avviamo questa raccolta firme a sostegno della cultura, della musica dal vivo e della famiglia del Nidaba, perché Milano non ha bisogno di "abitazioni-negozio" dietro le saracinesche, ma di luoghi di socialità dove creare e sviluppare cultura. La cultura è l'anima del nostro Paese. 

Chiediamo a tutti gli artisti, musicisti, giornalisti, persone che lavorano nello spettacolo e amici, di sostenerci e aiutarci a chiedere al nostro Sindaco Beppe Sala un aiuto concreto per salvare il Nidaba.

Grazie di cuore per il vostro supporto: firmate e condividete questo appello, la musica e l'arte devono vincere !!!

Max e Barbara