Dimissioni Sen. Gelsomina "Silvia" Vono

Dimissioni Sen. Gelsomina "Silvia" Vono

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
CHI.CE. ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Presidenza del consiglio dei ministri, Governo Italiano e a

La Calabria non merita di essere bistrattata in questo modo. Siamo stanchi di voltagabbana, approfittatori e politici che usano il voto ed il consenso solo per i propri interessi. Gelsomina Silvia Vono è stata votata in Calabria e rappresenta un territorio che l'ha sostenuta massicciamente in quanto simbolo e rappresentante della volontà di cambiamento di una terra. Non può cambiare appartenenza politica a suo piacimento, passando ad uno schieramento che lei per prima ha vessato durante il Refererendum del 2016, facendo parte apertamente del Comitato per il No.
Questa gente non ci rappresenta, i calabresi hanno orgoglio, dignità e voglia di fare. Chi si svende per inseguire interessi personali o ambizioni politiche non merita di rappresentarci. Per cui chiediamo subito le dimissioni da Senatrice della Repubblica di Silvia Vono, per avere tradito il mandato a cui era stata chiamata. 
La Senatrice Silvia Vono è stata eletta il 4 marzo 2018 con il Movimento Cinque Stelle, e la sua candidatura è stata letteralmente "calata dall'alto", non avendo partecipato alle cosiddette "Parlamentarie" del Movimento. Che quindi ha nutrito in lei grande fiducia, accompagnandola in una vittoria elettorale che è stata storica ed emblematica in quanto, nel seggio di riferimento, è stata scardinata una storica roccaforte del centrodestra. Vinte le elezioni, la Vono ha subito ottenuto dal suo partito/movimento diversi incarichi in Commissioni permanenti e Commissioni parlamentari.

La sua elezione è arrivata grazie all'altissima percentuale di elettori che hanno scelto, proprio in un collegio prima definito "blindato", il Movimento Cinque Stelle in Calabria quale fautore di un cambiamento voluto e sperato, rispetto alla politica regionale e nazionale, in special modo a contrasto degli ultimi governi nazionali a motrice PD e soprattutto renziana. Tale mandato non può essere così beceramente sconfessato aderendo al partito che rappresenta esattamente la parte politica opposta, quella da cui la gente ha chiesto e preteso, attraverso il voto, un reale cambiamento.

Adesso basta.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!