Diretta a Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti ed ad 1 altro/a

Quota 41 almeno per esodati, licenziati e senza lavoro

0

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.

In merito al prossimo incontro del 21 febbraio tra Governo e Sindacati sul tema delle pensioni, un invito a riflettere.

A quanto sembra lo Stato avrebbe i fondi per salvare le banche che hanno rovinato i piccoli risparmiatori, per finanziare i vitalizi dei politici dopo solo 4 anni di legislatura, per mandare i bancari in pensione con 7 anni di anticipo (!) , per finanziare con 3,3 miliardi di costo annuo le oltre 33.000 pensioni d’oro certificate oltre i 100.000 € ... ma non li avrebbe per mandare in pensione i lavoratori con 41 anni di contributi versati ??!

Gentili sigg. Camusso e Poletti, se anche voi ritenete plausibile che lo Stato mantenga sprechi e privilegi di casta e dunque non possa permettersi di mandare in pensione TUTTI i lavoratori con 41 anni di anzianità ... almeno consentite a chi è stato licenziato ed è rimasto senza lavoro, senza mobilità  e senza reddito di accedere alla pensione con 41 anni di contributi, o per lo meno agganciatelo all’ Ape Social della legge di stabilità senza il riferimento anagrafico ( i 63 anni con "solo"30 anni di contributi ) valorizzando così l’anzianità del lavoro effettivamente svolto e le somme versate in contributi rispetto all’età anagrafica (vedi quota 97 o almeno quota 100), oppure inventatevi uno scivolo  per non far versare agli esodati i contributi volontari mancanti per la quota Fornero ( 43 anni e 5 mesi!!).

State mandando sul lastrico intere famiglie che hanno lavorato con onestà per una vita intera … per niente!

Ma dove sta l'equità, la giustizia, la motivazione e la giustificazione economica per mandare in pensione "anticipata" un lavoratore di 63 anni con solo 20 anni di contributi ... e non concedere la stessa opportunità a un disoccupato (suo malgrado) di 60 anni con 41 anni di contributi versati (!),  rimasto fuori dalla legge di stabilità, dall’ottava salvaguardia e senza reddito?

Esiste ancora dalle vostre parti, oltre al senso civico, anche il semplice e banale buon senso?

Grazie mille per l'attenzione.  
Vi auguro di cuore “buon” lavoro per l'incontro del prossimo 21 febbraio.



Oggi: Domenico conta su di te

Domenico Benevento ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sig.ra Camusso e Sig. Poletti: Quota 41 almeno per esodati, licenziati e senza lavoro". Unisciti con Domenico ed 532 sostenitori più oggi.