Settecamini: Cambiamo l’utilizzo alle 550.000 € destinate a Piazza S.M. dell’ Olivo

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


I soldi stanziati per la riqualificazione di piazza Santa Maria dell’Olivo a Settecamini ammontano a una cifra pari a 550mila euro.

Un’opera che noi residenti del quartiere definiamo però “superflua” perché lo spazio antistante la chiesa è stato da poco oggetto di interventi.


Sono altre,  le "priorità" del quartiere:

  •  La rimozione dei Jersey su via Tiburtina all’altezza degli studi Mediaset.
  • L’apertura di via Trevi nel Lazio come seconda uscita dal quartiere.
  • Il ripristino del Monumento ai Caduti.
  • Il Rifacimento del Manto stradale delle vie del quartiere che rendono pericolosa la circolazione dei mezzi.


 Ad oggi i residenti per “uscire” da Settecamini hanno a disposizione solo via Rubellia che nelle ore di punta diventa un parcheggio di macchine a cielo aperto e teatro di code interminabili ed incidenti. 

L’apertura di via Trevi nel Lazio è stata oggetto di discussione durante il consiglio delMunicipio Roma IV della mattina di mercoledì 20 settembre, bocciato in votazione.

 E’ stato invece approvato l’ordine del giorno proposto dal gruppo consiliare della maggioranza,
 votato anche dall’opposizione, che impegna Presidente e Assessore ad intervenire presso il “Simu” affinché  riprendano i lavori di allargamento della via Tiburtina e proprio nell’ambito di questi lavori venga finalmente previsto lo svincolo per il collegamento di via Casal Bianco con via Tiburtina all’altezza di via Trevi nel Lazio.

 

I cittadini del quartiere di Settecamini stanchi di passare ore nel traffico e stanchi di essere privati dei servizi minimi essenziali a garantire una normale sopravvivenza nella periferia

 

                                    CHIEDONO PRIORITARIAMENTE

 

La  SOSPENSIONE del provvedimento relativo ai lavori  di RIQUALIFICAZIONE di Piazza Santa Maria dell’Olivo ritenuto superfluo stante le condizioni del quartiere di SETTECAMINI, e la DESTINAZIONE dei relativi fondi a quelle opere su citate e considerate di primaria importanza , in particolare :

                                                         
                                                      CHIEDONO 

                            1) L' APERTURA DI VIA TREVI NEL LAZIO

 

  • Si ha a disposizione una sola via di uscita dal quartiere, via Rubellia, utilizzata anche da automezzi pesanti e da automezzi di soccorso.

Una strada progettata per pochi abitanti, non può più contenere  la popolazione in continua crescita, la stessa via, non e' utilizzata solo dal traffico locale, ma anche da automezzi provenienti da Setteville Nord e Guidonia, per mezzo della strada SP28BIS ( Via di Casal Bianco - conosciuta come “48”), che a causa della coda all'uscita di via Marco Simone sulla via Tiburtina a Setteville, le autovetture   proseguono per Settecamini intasando ancora di più il traffico locale.

 

  • Tra le altre cose si innesca un ulteriore pericolo poiché al mattino per evitare l'imbuto dell'incrocio di via Rubellia con via di Casalbianco, dove avvengono spesso incidenti, molti automobilisti proseguono su via di Settecamini per continuare contromano verso la via Tiburtina all'altezza di via Jenne/Casalbianco uscita Tiburtina in direzione Roma, tratto che DEVE NECESSARIAMENTE ESSERE CHIUSO  in uscita permettendone il transito alle sole vetture che entrano a Settecamini.

Dopo aver ascoltato gli uffici della Soprintendenza e della Sovrintendenza  e venendo a conoscenza che hanno dato via libera al completamento della suddetta strada e che finanzierebbero loro la parte della messa in sicurezza degli scavi sottostanti chiediamo al municipio e al comune di occuparsi della parte spettante per liberare il quartiere sotto sequestro che vede tempi di uscita dallo stesso che vanno dai 30 ai 40 minuti per 800 metri di strada circa.

 

                                                  CHIEDONO


2) IL RIFACIMENTO DEL MANTO STRADALE DI VIA DI CASAL BIANCO E LA MESSA IN SICUREZZA DEI MARCIAPIEDI

 

·         Il manto stradale di Via di Casal Bianco, da Via Jenne fino alla rotatoria su Via Marco Simone è completamente dissestato, mettendo in grave pericolo la circolazione veicolare, in particolare quella su mezzi a due ruote , causando la rottura dei Cerchi, delle gomme e degli ammortizzatori di molte autovetture creando casi di pericolo e aumentando il traffico locale, oltre a mettere in pericolo l’incolumità di automobilisti e pedoni che di lì transitano

·         Non da meno la situazione di precarietà in cui vertono i marciapiedi,  che oltre a problematiche riconducibili al manto sconnesso ed alla presenza di buche o alla invasione di erbe che li rendono impercorribili,  talvolta risultano anche non a norma per le ridotte dimensioni, o per la presenza di ostacoli posti nel bel mezzo.

 
                                                          CHIEDONO

 3) LA RESTITUZIONE DELL' AREA ANTISTANTE LA CASERMA DEI CARABINIERI SITA IN VIA RUBELLIA E CONSEGUENTE RICONSEGNA DEL MONUMENTO AI CADUTI

L'area verde pubblica sono oltre 14 anni che e' stata privata al quartiere, area di ritrovo, come raccontano i veterani del quartiere, non più a disposizione, ne per il libero accesso agli abitanti della zona e tanto meno ai parenti dei caduti onorati dal presente monumento di valore storico ed emotivo.
L'area occupata dal cantiere della tiburtina DEVE essere riconsegnata ai cittadini di Settecamini .

 

I Cittadini di Settecamini

 

 



Oggi: Associazione Settecamini Quartiere di Roma conta su di te

Associazione Settecamini Quartiere di Roma ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Settecamini: Cambiamo l’utilizzo alle 550.000 € destinate a Piazza S.M dell’ Olivo". Unisciti con Associazione Settecamini Quartiere di Roma ed 658 sostenitori più oggi.