La cittadinanza è un diritto, non un premio - Medaglia al Valor Civile a Remy Shehata

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Alla luce del gesto di eccezionale coraggio compiuto dall’ormai noto Ramy Shehata che, durante il sequestro dei passeggeri del pullman sul quale viaggiava, ha chiamato I soccorsi mettendo a rischio la propria vita per salvare quella di tutti I passeggeri, chiediamo al Ministro degli Interni di segnalare il sopraccitato Shehata alla Pesidenza della Repubblica per il conferimento della Medaglia al Valor Civile in ottemperanza al DPR 6 novembre 1960, n.1616.
Crediamo che la manifesta virtù civica dimostrata dal giovane Ramy ne faccia un cittadino degno di pubblico onore e che per tanto l’onorificenza della Medaglia al Valor Civile ne rappresenti il giusto riconoscimento.
Ramy è un ragazzo nato e cresciuto in Italia, ha frequentato le scuole qui e parla italiano. È un cittadino italiano a tutti gli effetti e la cittadinanza italiana è un suo diritto come è un diritto che spetta a tutti ragazzi e le ragazze come lui. La cittadinanza non è un premio che si concede per merito e si revoca per demerito, è la condizione che permette di prendere parte alla vita democratica del paese, di farsi carico della propria parte di responsabilità nella gestione della propria comunità. Ai tanti e alle tante che fanno attivamente parte del tessuto sociale delle nostre comunità senza avere la possibilità di parteciparvi nel pieno dei propri diritti di cittadino, ai tanti e alle tante a cui ancora il diritto alla cittadinanza è negato va dedicata questa battaglia che mira a vedere riconosciuto il valore civile di un giovane grande cittadino italiano.