#NonLasciatemiSola ! Morta carbonizzata legata ad un letto d'ospedale.

Recent news

Un anno dopo ...

E’ ormai passato un anno …

A volte per certi cambiamenti serve tempo, molto tempo…

Certo la questione si è terribilmente complicata e sembra che veramente il tutto vada nel dimenticatoio ….

Che questa morte, la morte di Elena, non diventi un punto fermo, un giro di boa, per far si che certe pratiche vengano eliminate, ma che invece si continui come da prassi…

Qui c’è tanto da pensare da discutere.

Un cambiamento culturale che coinvolge tutti quanti, che riprenda quelli che erano i principi di Basaglia che spesso sono travisati nella pratica quotidiana.

Un modo diverso di rapportarsi con il prossimo, di dare a tutti la possibilità di riscattarsi, di reinventarsi una nuova esistenza.

Quando invece sembra che questa società vada per compartimenti stagni, dove ognuno poi si ritrova a secondo della fortuna, fato, sorte, destino… in questo o quest’altra situazione, con questa o quest’altra “etichetta” che spesso è peggio di un marchio indelebile.

Certo il mondo non è quello che tutti vorremmo e questa pandemia dovrebbe riportarci a una dimensione più sana, che metta in evidenza la fragilità umana di tutti noi e del mondo in cui viviamo.

Cominciare a parlare di TSO ( Trattamento Sanitario Obbligatorio -  pratica utilizzata sostanzialmente solo in ambito psichiatrico)  e di applicare tale procedura anche per altri motivi sanitari, come per un virus, dovrebbe far riflettere.

L’ isolamento forzato che abbiamo vissuto in questi mesi, dovrebbe in qualche modo rendere l’idea di quanto avviene in ambito psichiatrico, dove una persona vive sola per lunghi periodi in una stanza d’ospedale, magari  legato mani e piedi …. e - o imbottito di farmaci …..

L’abbandono vissuto da tanti nostri cari in ospedale nel pieno della pandemia, mi ricorda la solitudine affettiva che tanti malati vivono quotidianamente nei reparti psichiatrici.

Poi noi magari non vogliamo renderci conto di quanto siamo deboli, perché è difficile guardarsi dentro… che vuol dire scoprire i propri limiti e debolezze ma anche i propri talenti ….

Poi magari ci ritroveremo con un vaccino per questo e quest’altro virus e invece di ritrovare una dimensione più sana, ci sentiremo ancora più “ onnipotenti “ ….

Forum associazioni per la Salute Mentale di Bergamo : Aiutiamoli - Il volo del cucolo - L'Approdo - Liberamente - L'Orizzonte - Piccoli Passi Per
2 months ago