No alla riforma sulla legittima difesa: appello al Presidente della Repubblica

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Illustrissimo Signor Presidente
I sottoscritti cittadine e cittadini, fortemente preoccupati dal contenuto della legge sulle modifiche al codice penale in materia di legittima difesa appena licenziate dal Parlamento sottopongono alla Sua attenzione gli evidenti profili di illogicità e di incostituzionalità già rilevati da eminenti studiosi sia di diritto penale che di diritto costituzionale, al fine di valutare con la Sua consueta attenzione la possibilità di rinviare la legge alle Camere a norma dell’art. 74 della Costituzione. 
Ci permettiamo di evidenziare, tra gli altri, i seguenti aspetti:
1) La lettura combinata dell’ultimo comma del riscritto art. 52 C.P. con i capoversi che lo precedono, nonché col secondo comma dell’art. 55 del medesimo C.P. evidenzia un contrasto interno alla novella normativa, tale da rendere le disposizioni oscure e pertanto inapplicabili: quasi un inestricabile ginepraio. 
2) La ratio che qualifica la riforma si pone in palese contrasto con la protezione della vita e, dunque, con l’art. 2 della Costituzione e con l’art. 2 della CEDU, richiamato dall’art. 117, comma 1, della Costituzione. In particolare, la presunzione assoluta di legittima difesa pretenderebbe di esautorare il giudice da ogni potere di accertamento sui requisiti della scriminante, così come descritti a suo tempo dal legislatore, in tal modo “giustificando” qualsiasi comportamento difensivo pur non necessitato e non proporzionato.
Non possiamo infine esimerci dal mettere in evidenza che questa legge veicola un messaggio fortemente pericoloso sul piano dell’orientamento valoriale del nostro Paese, incentivando comportamenti violenti (da parte sia degli aggressori che degli aggrediti) e compromettendo la percezione del valore che ogni vita umana reca in se stessa.
Per quanto sopra, facciamo appello al Suo alto Magistero affinché voglia considerare la possibilità di sollecitare alle Camere una nuova riflessione sull’intera materia.


Vuoi condividere questa petizione?