Minore sottratta da Tribunale dei minori di Roma

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Il 7 maggio assistenti sociali e tutore hanno prelevato mia figlia di 9 anni da ospedale di Latina, dove era ricoverata per accertamenti addominali dal giorno precedente, tirandola dalle braccia in presenza della Polizia. Da allora sono riuscita a vederla per la prima volta il 13 agosto, mentre erano in corso telefonate giornaliere la sera per un saluto e la buonanotte

Mia figlia ha una patologia cardiaca (prolasso valvola mitralica e ventricolo sinistro marcatamente trabecolato), accertata da cardiologo Ospedale Bambino Gesù di Roma ed una patologia neuropsichiatrica ADHD, strumentalizzata come derivante da conflittualità tra genitori pur di portarmela via (la cresco dal 2011 da sola, perché il padre è andato via da casa con altra donna)

Sono seguite denunce per violazione obblighi familiari ed anche per lesioni alla bambina, conseguentemente pronto soccorso

Il tribunale dei minori ha sospeso non lui ma entrambi i genitori,.

A scuola mia figlia aveva atteggiamento oppositivo, dovuto alla mancanza di pazienza delle insegnanti (e nessuna insegnante di sostegno), che non hanno mai rispettato contenimento affettivo richiesto nelle valutazioni Asl.

La scuola ha coinvolto assistenti sociali e mia figlia ha avuto immediato trasferimento in casa famiglia.

Poiché mia figlia racconta di maltrattamenti su di lei da parte della suora responsabile, ma riferisce anche minacce di sberle rivolte ad altro bambino, di cui fa nome (ho audio di ciò che mi riferisce), la suora ha riferito al titore che mia figlia piange a causa mia (ed è una delle tante sue falsità, perché la stessa suora ha rilasciato dichiarazioni false anche ai giudici e da me smentite con prove), quindi il tutore ha interrotto unilateralmente e solo su parole della suora, le telefonate serali tra me e mia figlia.

Nessuno si preoccupa delle conseguenze che il definitivo distacco dalla sua mamma possa avere su una bambina di 9 anni, che viveva fino a maggio serena con la sua mamma e, ripeto, ha una patologia cardiaca

Sono disperata e mi ritrovo sola in uno Stato che non tiene conto del dolore di tanti bambini, di tanti genitori e che dovrebbe allontanare i bambini solo in casi di violenza, droga, prostituzione, ecc e se uno dei genitori non ottempera ad obblighi familiari, è violento, ecc. va sospeso unicamente e non entrambi

Lo Stato non ha tempo per gli Angeli di Dio, perché questo sono i bambini, lasciando che assistenti sociali e tribunali dei minori facciano ciò che vogliono.