Leghisti restituite i 49Mil€

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


APPELLO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA SERGIO MATTARELLA

I 49 Mln€ sono soldi sottratti agli Italiani: vengano restituiti subito agli Italiani!

La Corte di Cassazione sulla vicenda “FALSI RIMBORSI ELETTORALI” ha confermato che non esistono “zone” franche e casse da non toccare nelle quali lo Stato Italiano non deve mettere le mani.

Per questo motivo, la stessa Cassazione ha rigettato il ricorso della Lega Toscana e, pertanto, legittimato il sequestro dei 16.000 € trovati sul conto corrente Toscano. Soprattutto, i Giudici hanno confermato la confisca dei 49 Mil€ per i quali lo scorso Settembre la Procura di Genova aveva accolto la rateizzazione di 600.000€ all’anno che porterebbe a estinguere il debito in 76 anni.

Partendo dalle sentenze sopracitate sorge spontanea una banale domanda:

E’ opportuno elargire gettoni di presenza, compensi e rimborsi a Consiglieri Comunali, Sindaci, Consiglieri Regionali, Parlamentari, Ministri e a tutte le altre figure politiche della LEGA con i nostri soldi pubblici o sarebbe più corretto e doveroso un piano di rientro in un più breve periodo partendo dalla messa a disposizione della Guardia di Finanza di tutti questi soldi pubblici?

Nella cosiddetta società civile Italiana corrente, un comune cittadino condannato si vedrebbe pignorare subito tutti i beni mobili/immobili e liquidità attive su conti, libretti Bancari/Postali e Polizze o, al massimo, potrebbe accordare un piano di dilazione sicuramente in tempo assai minore di 76 anni!

Pertanto, o tali tempistiche di dilazione pagamento vengono applicate a qualsiasi comune cittadino a seguito di qualunque sentenza, oppure, come noi riteniamo doveroso, tutte le Amministrazioni pubbliche ad ogni livello devono decurtare di almeno il 30% i compensi spettanti agli amministratori Leghisti e metterli a disposizione della collettività.

Quanto sopra riportato è frutto di una semplice e banale riflessione logica che non merita approfondimenti filosofici/tecnici ma che fa riferimento alla classica logica più volte espressa su vari network dal Leader della Lega ed attuale Ministro degli Interni MATTEO SALVINI:

“chi sbaglia paga fino all’ultimo centesimo o al contrario va in galera”!

Sì, caro Ministro Matteo Salvini, avete sbagliato o, meglio, avete TRUFFATO gli Italiani! E gli Italiani, oltre al rispetto, meritano il doveroso rimborso.

A questo punto, abbiamo deciso di iniziare una doverosa petizione che verrà poi inoltrata a tutti gli organi istituzionali per invitarli a bloccare i pagamenti, pena ritenerli un domani responsabili di un pagamento indebito.

Chiediamo a tutti i cittadini una semplice firma di sottoscrizione del nostro appello al Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, nonché Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, affinché blocchi i pagamenti a tutti/e gli/le eletti/e della Lega e richieda subito le rate pregresse delle somme indebitamente percepite a seguito delle sentenze per “FALSI RIMBORSI ELETTORALI”