L'apologia del fascismo è reato!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Egregio Signor Presidente,

la storia, oggi più che mai, sembra rivelarsi una "cattiva" maestra, dato che ancora tanti concittadini e concittadine ritengono di poter fare apologia di fascismo, in sedi pubbliche, virtuali o meno, senza mostrare alcun tipo di pudore e di ritengo per coloro i quali di fascismo e di nazismo sono morti. Compare oggi su diversi quotidiani nazionali, una foto ributtante che mostra una donna, militante di Forza Nuova, candidata sindaco di Budrio per Aurora italiana, la quale, senza alcuna vergogna, indossa una maglietta nera sulla quale campeggia l'ignobile scritta "Auschwitzland" che intende paragonare il campo di sterminio polacco ad un parco di divertimenti. "È humor nero..." afferma la donna, che forse ignora la storia, che probabilmente non ha mai letto Primo Levi, non ha mai visitato Auschwitz, non ha mai sfogliato il diario di Anna Frank. Forza Nuova sospende a tempo indeterminato la candidata sindaco e prende le distanze dal suo comportamento. Pare davvero il minimo. Ma non basta. La capacità di indignarsi seriamente sembra aver abbandonato questo paese dalla storia così fulgida. Un paese che ha saputo combattere il potere nazifascista con le quattro giornate di Napoli, che ha fatto la Resistenza e ha sacrificato figlie e figli in nome di un bene imprescindibile: la libertà. Questa petizione chiede dunque, attraverso la Sua figura di Supremo Garante della Costituzione Italiana, Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura e uomo di grande levatura morale ed intellettuale, che tali indegne azioni di apologia del fascismo siano sempre stigmatizzate e che contro di esse vengano comminate quelle sanzioni penali che sia la legge Scelba nel 1952 che la Legge Mancino nel 1993, hanno previsto. 

 



Oggi: Alessia conta su di te

Alessia Rocco ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sergio Mattarella: L'apologia del fascismo è reato!". Unisciti con Alessia ed 112 sostenitori più oggi.