GIUSTIZIA CALCISTICA PER UNA TIFOSERIA INTERA!

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


TFN: PALERMO CALCIO RETROCESSO IN LEGA PRO PER ILLECITO AMMINISTRATIVO (2015-2016-2017, Gestione Zamparini)

Una città intera non può pagare per l'amministrazione scellerata di un singolo! È inaccettabile che l'artefice di questo scempio, Maurizio Zamparini, ne esca per vizi procedurali indenne, che a pagarne siano i tifosi e che la nuova proprietà deve subire le colpe di quella passata! È inaccettabile che chi abbia deliberato una sentenza di una gravità tale abbia forti interessi di carattere privato nella vicenda:

PRESIDENTE: Mauro Balata
CONSIGLIERI:
Stefano Bonacini (Carpi),

Marco Mezzaroma (Salernitana) che per esclusione del Palermo si salva e resta in B;

Massimiliano Santopadre (Perugia) che con l'esclusione del Palermo entra ai play off;

Oreste Vigorito (Benevento) che prende il posto del Palermo al terzo posto;

Maurizio Felugo (campione di pallanuoto), Francesca Pellegrini (avvocato)

COMITATO ESECUTIVO
Mauro Balata, Marco Mezzaroma, Massimiliano Santopadre

Com'è possibile che la Covisoc non si sia accorta di errori così palesi ed ha invece certificato la regolarità dei bilanci nelle passate stagioni. La lega di serie B non può permettere il prosieguo del campionato, lo svolgimento dei Playoff per i quali il Palermo si è guadagnato un posto sul campo

È inammissibile che venga trascurato l'ottimo lavoro di Rino Foschi e di Daniela De Angeli! È oltraggioso non considerare la solidità economica e la serietà della nuova società... È tutto semplicemente vergognoso!

Si sottolinea inoltre come il Chievo Verona accusato per gravi irregolarità amministrative, il Parma per illecito sportivo e il Frosinone per comportamento antisportivo nella passata stagione, non abbiano avuto riservato il trattamento che il Palermo oggi SUBISCE; non si sta forse minando il principio di uguaglianza (Art. 3 Costituzione Italiana) su cui lo Stato Italiano si fonda? 

Si ravvisa in ultima analisi che la Costituzione impone che si possa rispondere di un illecito soltanto a titolo di dolo o di colpa, mai a titolo di responsabilità oggettiva, ne consegue che dell’illecito sportivo di un dirigente non possa rispondere la società da quest’ultimo presieduta. 

Palermo non sarà il φαρμακός di un sistema corrotto! 

Venga fatta giustizia, per Palermo, per i Palermitani e per chi ama il calcio