Difendiamo la Costituzione: no al ricevimento di vessilli fascisti in Municipio a Gorizia

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


La Decima Mas è stata una formazione militare guidata da Junio Valerio Borghese, golpista degli anni '70, alleata con i nazisti nella lotta contro i partigiani italiani e sloveni al confine orientale d'Italia. Ogni anno la Decima viene accolta in Comune dal sindaco o dai suoi rappresentanti che quest'anno portavano addirittura la fascia tricolore.
Gorizia è l'unica città d'Europa dove collaborazionisti dei nazisti vengono accolti con tutti gli onori per deporre un fiore sulla lapide di alcuni dipendenti comunali deportati dall'esercito di Tito, che nulla avevano a che fare con la Decima.
Gorizia è medaglia d'oro per la Resistenza, combattuta da partigiani italiani, sloveni e croati in un territorio in cui la violenza del fascismo e del nazismo assunse una ferocia particolare. I democratici della città, con ANPI, partiti ed associazioni si battono da anni in tutti i modi perchè il Comune non riceva i reduci.
Essi sono liberi di commemorare i loro morti, ma non in Comune, che è anche la casa di chi perse i propri cari nella guerra e nella deportazione nei lager. La cerimonia, facendo entrare vessilli fascisti nella Casa di tutti, lede la Costituzione che ripudia il fascismo e offende il popolo sloveno e croato perseguitato durante la dittatura di Mussolini, incrinando la collaborazione tra i popoli per cui abbiamo per anni lavorato.