#BocciaLaViolenza: il contrasto all'odio sulle donne comincia dalla scuola

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Secondo l'Istat in Italia sono 6 milioni e 788 mila (31,5% del campione totale) le donne che nel corso della propria vita hanno subito violenza fisica o sessuale. Il più delle volte da chi sosteneva d'amarle.
Ogni anno sono migliaia le donne aggredite, perseguitate, sfregiate, uccise. Solo nel 2016 sono stati commessi ben 120 femminicidi.

Siamo uomini e donne preoccupati dalla triste escalation che, assieme al fiume di violenza verbale riversata in rete su donne impegnate nel sociale, nello sport o in politica (emblematico in tal senso il numero di attacchi sessisti alla Presidente Laura Boldrini), vede accrescere quasi quotidianamente il numero delle vittime.

Riteniamo che per contrastare questa brutalità, oltre ad aumentare la tutela delle donne ed intensificare le misure d'interdizione contro i violenti, la scuola possa avere un importante ruolo di prevenzione e sensibilizzazione rispetto alla violenza troppo spesso associata agli stereotipi di genere.
Affermare che anche un solo schiaffo è inaccettabile e che chi ha picchiato una volta lo farà ancora, distinguere nettamente l'amore dal possesso o il litigio dalla violenza (verbale, fisica, psicologica, sessuale) e sradicare una visione del rapporto che - più o meno implicitamente - giustifica la sopraffazione, è meno scontato di quel che potremmo pensare.

In tal senso chiediamo che presso le scuole primarie, secondarie e superiori venga istituita un'ora di "educazione emotiva" che, tramite l'utilizzo di psicologi e psicologhe qualificate, possa - con approcci diversificati in base alla loro età - aiutare i ragazzi a capire i sentimenti e contrastare sul nascere pericolosi stereotipi. Prendere contatto con la propria emotività rispetto all'altro sarà peraltro d'aiuto nel combattere altri fenomeni d'intolleranza altrettanto pericolosi e dilaganti come il razzismo e l'omofobia.

Oltre ad insegnare alle donne a difendersi dagli uomini violenti, insegniamo a questi a non esserlo. Basta un click per chiedere tutto questo.



Oggi: Stefano conta su di te

Stefano Borioni ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sergio Mattarella: #BocciaLaViolenza: il contrasto all'odio sulle donne comincia dalla scuola". Unisciti con Stefano ed 107 sostenitori più oggi.