Vittoria confermata

Sequestro del cucciolo di dogo/pittbull maltrattato a Grosseto e tornato al proprietario

Questa petizione ha creato un cambiamento con 19.428 sostenitori!


Indignati a seguito della restituzione del cucciolo meticcio Dogo argentino/Pittbull, chiediamo che venga disposta la confisca o il sequestro giudiziario (ex art 321 c.p.p.) dell'animale evidentemente maltrattato come emerge dal video pubblicato su facebook nel novembre scorso dalla visione del quale si comprende chiaramente che lo stesso veniva preso a calci, fatto piroettare per aria, strattonato dal collare e appeso per il collo, affinchè venga tolto agli aguzzini con i quali attualmente l'animale si trova.

Chiediamo l'affido giudiziario presso le strutture appartenenti ad associazioni di volontariato no profit, per permettere una sana e adeguata crescita dell'animale.
La legge 20 luglio 2004, n. 189, recante “disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate”, con l’art. 1 ha:
1. inserito nel codice penale il titolo IX bis - dei delitti contro il sentimento per gli animali - che contempla i seguenti reati:
uccisione di animali;
maltrattamento di animali;
impiego di animali in spettacoli o manifestazioni vietate;
impiego di animali in combattimenti;
2. stabilito che, in caso di condanna per i delitti di cui al punto 1, deve sempre essere disposta la confisca dell’animale, salvo che appartenga a persona estranea al reato;
3. modificato l’art. 727 dello stesso codice, concernente l’abbandono e la detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura.

Sebbene l’art. 727 c.p. non preveda uno specifico provvedimento di confisca, la detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura, risultando reato, rientra nell’ipotesi di cui all’art. 240, comma 2, n. 2 del codice penale, per il quale deve sempre essere ordinata la confisca degli animali la detenzione dei quali costituisce reato, a meno che essi non appartengano a persone estranee.
Il codice di procedura penale, inoltre, prevede il sequestro degli animali che, in relazione alle finalità, si configura come:
sequestro preventivo, ex art. 321, per salvaguardarne le condizioni di salute e il benessere;
sequestro probatorio, ex art. 354, nel caso si debba procedere ad accertamenti sanitari per acquisire elementi di prova.
Gli animali oggetto di provvedimenti di sequestro o di confisca sono affidati ad associazioni o enti che ne facciano richiesta, individuati in conformità al decreto del Ministro della Salute 2 novembre 2006, adottato di concerto con il Ministro dell' Interno.



Oggi: Rossella conta su di te

Rossella Mozzillo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Sequestro del cucciolo di dogo/pittbull maltrattatto a Grosseto e tornato al proprietario". Unisciti con Rossella ed 19.427 sostenitori più oggi.