Approvare lo stato di emergenza climatica prima che sia troppo tardi

Approvare lo stato di emergenza climatica prima che sia troppo tardi

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Alessio Miele ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a SENATO ITALIANO e a

LA SITUAZIONE CI STA SFUGGENDO DI MANO! PER IL SENATO ITALIANO, NON ESISTE ALCUNA EMERGENZA CLIMATICA!

I cambiamenti climatici sono all'ordine del giorno, ne è stata una palese evidenza il mese di Maggio appena trascorso, un freddo, piovoso ed irregolare mese di Maggio. Alcuni tra i meno informati sostengono che il freddo sperimentato sia una prova del fatto che in realtà il pianeta NON si stia surriscaldando. Ebbene, l'abbassamento delle temperature dello scorso mese è precisamente ciò che succede quando la temperatura dell'intero globo va aumentando, sia pure per un solo grado. I cambiamenti climatici sono, in realtà, un fenomeno naturale essendo la Terra una sistema termodinamico complesso in equilibrio. La temperatura cambierebbe ugualmente, ma gradualmente e in modo che il sistema biologico, chimico e fisico non ne risenta troppo e sia possibile l'adattamento. Il brusco aumento della temperatura globale verificatosi nell'ultimo secolo  si è ripercosso in tutto il sistema Terra, causando violentissimi fenomeni fisici (scioglimenti dei ghiacciai, siccità, "banchi" di aria calda che hanno modificato le correnti d'aria e creato ulteriori fenomeni distruttivi). Non solo le massicce emissioni di gas che indeboliscono lo strato di ozono esponendoci alle radiazioni solari (e il conseguente e sempre crescente aumento della temperatura globale), ma anche un indebolimento del nostro stesso ecosistema. L'emergenza dei rifiuti in plastica ha raggiunto e superato la simile emergenza ambientale dei metalli pesanti, andando a gravare ancora di più sull'aumento delle temperature. Dal momento che il nostro delicato ecosistema si auto-ripristina, distruggerlo producendo in maniera incontrollata merci di ogni tipo per poi liberarsi di scarti e rifiuti in mare o sotterrandoli, non permette questo lavoro di rinnovamento che il nostro pianeta compie automaticamente. Per non parlare degli effetti sulla salute del disastro ambientale che stiamo provocando. Respiriamo sempre più gas nocivi, sempre più materiali plastici e non sembriamo ancora convinti dell'ingente e quasi irreversibile danno arrecato a noi stessi ed ai tanti organismi che, come noi vivono su questa Terra, e che ci rendono possibile la vita. Non solo ci voltiamo dall'altra parte, ma facendolo premiamo il grilletto contro molte specie animali

È PER QUESTO CHE A GRAN VOCE CHIEDIAMO CHE IL SENATO ITALIANO, MA IN PRIMIS I CAPIGRUPPO DI LEGA E M5S NONCHÉ IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DELLA REPUBBLICA GIUSEPPE CONTE, FACCIANO IN MODO DI RETTIFICARE LA DICHIARAZIONE DI EMERGENZA CLIMATICA, DELL'ITALIA COME DI TUTTO IL MONDO.

Ammettere la condizione di grave emergenza e le conseguenze, anche gravi, che avrà sulla nostra vita e sulla nostra economia è il passo obbligato da fare per sperare in un futuro migliore o, se le cose andranno male, per sperare in un futuro.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!