#StopDdlZan | La libertà di pensiero è sacra, #IoNonLaCensuro

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Mai complice, mai omertoso, ma sempre indignato: un dovere civico di tutti, disabili e non.

Il sottoscritto, in qualità di cittadino disabile, non intende essere complice e tantomeno omertoso rispetto allo scellerato attacco alla libertà di parola rappresentato dal disegno di Legge contro le discriminazioni di origine omofoba e verso le persone con gravi handicap.

Essendo una persona che convive con importanti limitazioni motorie, ma non cerebrali, con netta e profonda indignazione, esprime tutta la propria disapprovazione per l'indegno tentativo di limitare l'altrui manifestazione di pensiero, includendo strumentalmente anche la tutela della dignità delle persone con disabilità.

Questa bieca e squallida strumentalizzazione della disabilità, vissuta sempre con estrema dignità e senza mai cedere ad un vergognoso vittimismo, offende, deride chi è handicappato.

Le tante conquiste civili e sociali delle persone con disabilità, ottenute nel corso dei decenni, sono figlie di libero e democratico confronto sul piano culturale e non di preventive censure legislative.

Questo scempio costituzionale non ha l'avallo del sottoscritto.

La libertà di pensiero #IoNonLaCensuro



Oggi: Andrea conta su di te

Andrea Ferrari ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Senato della Repubblica: #StopDdlZan | La libertà di pensiero è sacra, #IoNonLaCensuro". Unisciti con Andrea ed 74 sostenitori più oggi.