Petizione per Angela Di Mastromatteo di Fiumicino - vittima di cavilli burocratici.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Angela Di Mastromatteo, residente nel Comune di Fiumicino, disabile affetta da una rara patologia (5 casi in tutto il mondo di cui lei la più anziana in vita), per far valere il proprio diritto all’assistenza indiretta e dell'erogazione dell' assegno di Cura o Sollievo che la Regione Lazio destina ai Comuni, è già da oltre XXXIII° giorni che sta affrontando lo sciopero della fame, alimentandosi solo di liquidi.

Purtroppo dopo varie vicissitudini ancora oggi non si sa nulla di certo, fatto è che venerdì scorso c'è stato un incontro presso il Comune di Fiumicino in presenza dei Dirigenti Comunali, e qualche spiraglio sembrerebbe essere arrivato.

Questa è la lettera aperta per il Sindaco di Fiumicino relativa al sit-in dell’11 maggio 2017 davanti al Comune di Fiumicino:

“LETTERA APERA AL SINDACO DI FIUMICINO!

Ha già fatto uno sforzo straordinario per cosa?! Ma come sindaco conosce il rispetto dei diritti dei cittadini o conosce solo i suoi e quelli di chi le è "compare"? Ma di cosa sta parlando... io offendo? Le sue parole sono bestemmie per chi vive la mia stessa realtà. La sua supponenza arrogante prepotente reiterata mi indigna e mi offende... Le sue concessioni e giustificazioni non mi interessano... ma se ciò che mi è dovuto per diritto e riconoscimento Europeo- Nazional- Ministeriale- Regionale finisce nelle sue mani non è detto che possa trattenerlo e disporne come più le aggrada con il benestare omertoso della sua giunta. No caro sindaco Montino non funziona così... quello che spetta per diritto a noi disabili gravi rari con malattie croniche neurodegenerativa va erogato ai destinatari. Tutto qui! Non è poi così complicato come vuol far vedere... basta essere corretti trasparenti e rispettosi nella gestione di ciò che è pubblico. Io a lei non le sto chiedendo nulla perché quello che debbo vedermi erogare non esce dal suo portafogli o da quello dei suoi assessori- ass. sociali- contabili- avvocati- scribacchini ecc. ma da uno stato Europeo che sancisce i nostri diritti. Quindi io le ho risposto per educazione e cortesemente ho voluto delucidarla in merito alla questione che riguarda me e non lei. Puntare i piedi nei miei confronti è fuori luogo e no le compete. Rifletta su queste due parole delle quali ha dimostrato di non aver ben chiara l'enorme differenza DIRITTI e CONCESSIONI rifletta ma lo faccia velocemente... io non posso resistere oltre con lo sciopero della fame. Non aggiunga al suo danno un danno ancor più grave ed irreparabile. Un bagno d'umiltà la porterebbe verso la strada giusta quella del RISPETTO per noi cittadini combattenti contro malattie e sofferenze fisiche indicibili e delle PRIORITA' che lei dimostra di non saper valutare! Si rilegga la lettera che mi scrisse nel 2015 dopo essere venuto a casa mia con calicchio e sbrega senza nè essere stati invitati e senza chiedere permesso... venuti no per "sostegno e vicinanza" ma per mercanteggiare la mia protesta di sciopero della fame. Questa volta non ci pensi proprio... lei prima faccia il suo dovere di onesto "distributore del bene pubblico" senza mercanteggiare e poi io farò il mio... se sarò ancora in vita smetterò lo sciopero della fame al quale mi sta costringendo per protesta nei confronti del suo abuso di incomprensibile prepotenza. Faccia in fretta! --- P.s. Tutta la mia documentazione è conforme con quanto richiesto dal regolamento e da diritto per legge a quanto spettante. La mia documentazione è in ordine protocollata e consegnata negli uff. comunali-asl-cad-distretto... se li faccia consegnare e partendo dalla valutazione INPS non rivedibile: Invalidità 100% e 104 Handicap Grave art. 3 comma 3, legge 104/1992 oppure la certificazione di riconoscimento di MALATTIA RARA CRONICA oppure le relazioni di danni spinali e del pavimento pelvico permanenti irreversibili oppure Infarto con necrosi del Miocardio oppure la necrosi dei condili femorali con alto rischio di fratture ecc. ecc. Approfitti di questo weekend e se la legga per bene tutta. Si rassereni che quanto esigo ahimè mi spetta... Faccia un passo in dietro velocemente e si ravveda in temo per lei e sopra tutto per me perché di tempo per aspettare che lei colmi le sue lacune in merito...io non ne ho più. XXVIII° GIORNO DI SCIOPERO DELLA FAMME e sono davvero troppi nelle mie condizioni... eviti che accada l' IRREPARABILE.”

Dall’incontro sembrerebbe da come ci riferiscono i Dirigenti Comunali, che la Regione Lazio abbia richiesto indietro gli importi destinati ai Disabili per il Comune di Fiumicino.

Si richiede chiarezza da parte di tutte le ISTITUZIONI, questi comportamenti non sono trasparenti.

Il Presidente della Regione Lazio deve assolutamente verificare quanto dichiarato dai Dirigenti Comunali, perché sono ormai XXXIII giorni che la sig.ra Angela Di Mastromatteo non si alimenta.

Queste sono alcune delle parole che Angela condivide sull'unico mezzo a Lei a disposizione il Social "Facebook”, ed ieri nella giornata della Festa della Mamma....

 14 Maggio 2017 

"Per l'assistenza indiretta vengono erogati dal Comune trimestralmente € 4000 che noi disabili gravi dobbiamo anticipare di tasca nostre e che il comune rimborsa dopo 5 mesi e così per ogni trimestre.

Questa erogazione comporta obbligatoriamente per contratto del comune stesso: stipendiare la persona che ci assiste stipulando un regolare contratto di lavoro che dovrebbe essere di 30 ore settimanali ma che non possono essere effettive e si riducono considerando il costo orario assistente più regolari contributi INPS la cifra versata sempre posticipatamente dal comune per questo esclusivo utilizzo (e no a nostro uso e consumo come asserito pubblicamente in trasmissione l'assesoricchio) non copre neanche tutte spese. Per il resto il comune mi eroga sempre posticipatamente come è nel loro stile € 450 per ISEE € 00,00.

Questo è quanto.

Il Contributo di Sollievo erogato dalla Regione arriva in comune e loro senza alcuna motivazione ufficiale e spiegazione veritiere ma solo con astruse furbate e vergognose menzogne me lo sottraggono.

Le istituzioni del Comune di Fiumicino perseverano indefesse con Menzogne e Deliri in cifre...

Diffamazioni sulla pelle di una Disabile Malata Rara GRAVISSIMA che legittimamente pretende l'erogazione dei sacrosanti diritti spettanti a tutti i cittadini che si trovano nelle stesse condizioni né più né meno.

Tutto il resto sono scenari di scarica barile atti a confondere le acque torbidissime nelle quali questo comune si nasconde declinando le sue responsabilità su gli utenti con regole interne tutte loro che di fatto però non trovano riscontri veritieri e legali anzi tutt'altro.

Questa vergognosa situazione non può essere né sottaciuta e tantomeno accettata.

Documenti alla mano e in sedi opportune leveremo via il loro coperchio e fuori tutto lo schifo...

BASTA prepotenze menzogne e soprusi.

Senza potermi curare io non resisterò ancora molto ma lotterò e mi immolerò per tutti perché giustizia sia fatta una volta per tutte per diritti negati.

Il Sindaco fa dichiarazioni fantasiose e mendaci su FB. su articoli giornalisti ma di fatto sfugge ad un confronto documentale legale e trasparente perdendo tempo quel tempo per me prezioso perché la mia malattia non aspetta di questo loro ne sono perfettamente a conoscenza e ne abusano aspettando che io muoia.” Ed ancora “XXXIII° GIORNO DI DISCIOPERO DELLA FAME PER PROTESTA- 5 ANNI DI SOPPRUSI DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE ASL CAD PUA DI FIUMICINO- 11 ANNI DI MALTTIE RARE E DI SOFFERENZE INDICIBILI- PLURI ALLERGIE FARMACOLOGICHE- 4 INTERVENTI SPINALI- 2 INFARTI- 10 ANNI IN CARROZZINA-DA 1 ANNO ALLETTATA- RICOVERI INTERVENTI INDAGGINI ESAMI VALUTAZINI RELAZIONI ESITI- VISITE SPECIALISTICHE ESAMI STRUMENTALI TERAPIE E FARMACI SPERIMENTALI PER MALATI RARI TUTTO A PAGAMENTO. COS'ALTRO ANDATE CERCANDO? VERGOGNATEVI PER TUTTO IL DOLORE CHE MI AVETE CAUSATO E PER LO STREMO DELLE POCHE ENERGIE CHE MI ERANO RIMASTE. ASSASSINI MI STATE UCCIDENDO PER 4 SPORCHI DENARI CHE MI SPETTANO E CHE MI CONSENTIREBBERO DI SOPRAVVIVERE.”

 

Facciamo un APPELLO sia al

Sindaco di Fiumicino Dott. Esterino Montino

che

al Presidente della Regione Lazio Dott. Nicola Zingaretti

 

Affinché si superino al più presto i problemi burocratici che affliggono la vicenda di Angela Di Mastromatteo, assicurando alla stessa l’assistenza diretta ed indiretta, e l’assegno di Cura o Sollievo che la Regione Lazio destina ai Comuni per i disabili con connotazione di gravità.

 

Questa petizione sarà inviata al

Al Sindaco di Fiumicino Dott. Esterino Montino

al Presidente della Regione Lazio Dott. Nicola Zingaretti

 

 



Oggi: Valentina conta su di te

Valentina Donnini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "segreteria.sindaco@fiumicino.net: Petizione per Angela Di Mastromatteo di Fiumicino - vittima di cavilli burocratici.". Unisciti con Valentina ed 257 sostenitori più oggi.