La Tutela della Salute ai tempi del Coronavirus

La Tutela della Salute ai tempi del Coronavirus

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Francesco Olimpico ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Scuola e a

Continuiamo a chiederci, come possiamo avere cura di tutte le dimensioni del Ben-Essere dei bambini e delle bambine ai tempi del coronavirus?

​Siamo genitori, sentiamo la responsabilità di fare qualcosa per migliorare le condizioni di Vita dei ​più piccoli, degli adolescenti e della comunità tutta.

Vogliamo tutelare la Salute. In ogni suo aspetto.

​​Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la salute è “un completo stato di benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza di malattia”. 

Mentre stiamo prendendo misure per ridurre i rischi di contagio da covid19, vorremmo prenderci cura di tutte le dimensioni, ugualmente importanti e inter-connesse, della salute individuale e collettiva:

la salute psicologica e la salvaguardia dell’ambiente.

Chiediamo che vengano preservati i diritti dei fanciulli alla socialità, al movimento, al gioco, all’apprendimento sereno e gioioso​.

​​Il clima di paura per l’emergenza Coronavirus potrebbe compromettere​ la salut​e​ psichica​, sia di adulti, sia dei più piccoli. Molti sono gli psicologi che hanno segnalato i rischi conseguenti alla quarantena e all’isolamento sociale (stress post-traumatico, disturbi di adattamento, ansia, sintomi depressivi, perdita di motivazione, senso di affaticamento fisico e cognitivo, tristezza, rabbia, paura e colpa). 

Come sottolineato recentemente anche da Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, «l’impatto della pandemia sulla salute mentale delle persone è già ora estremamente preoccupante».

Il Comitato sui diritti dell'infanzia e dell’adolescenza presso le Nazioni Unite, in una dichiarazione adottata l’8 aprile scorso ha evidenziato i gravi effetti fisici, emotivi e psicologici della pandemia COVID-19 sui minorenni e ha invitato gli Stati a proteggere i diritti delle persone di minore età, realizzando interventi per superare disparità nei territori, acuite dall'emergenza. 

Numerosi studi dimostrano come il malessere psicologico abbia effetti negativi sulla salute fisica. Uno studio recente pubblicato dal British Medical Journal afferma che i bambini hanno minore probabilità di infettarsi rispetto agli adulti e che “al momento attuale, non sembra che i bambini siano super-diffusori”.​ Il rischio di causare in loro patologie psichiche gravi è molto elevato, a fronte di un basso o bassissimo rischio sanitario. Ci chiediamo se e' stata fatta una valutazione del rischio psicologico​.

Salvarci dal covid19, relegandoci a uno stato di ansia e paura da contatto, non ci porterà ne’ salute, ne’ sicurezza.​​

Come ha scritto il pedagogista Daniele Novara: “Moltissime scuole stanno applicando le indicazioni in maniera assolutamente arbitraria, eccessiva e controproducente per l’inizio stesso della scuola… Occorre fare un passo indietro e ricondurre il discorso a quelli che sono i basilari della relazione educativa”.

Abbiamo l’opportunità di migliorare le scuole pubbliche, coniugando le misure anti-covid19 e approcci dialogici, esperienziali ed ecologici.

Chiediamo che venga considerata come irrinunciabile la salvaguardia ambientale, per ogni procedura anti-covid messa in atto.

​Gli esseri umani sono destinati a malattie, morte e addirittura estinzione, se non ci sarà salvaguardia dell'ambiente. Siamo indissolubilmente legati e interdipendenti dalla Natura. 

Salvarci dal covid19 distruggendo la Natura, non ci porterà ne' salute, ne' sicurezza.

Distruggere la natura finisce quasi sempre per avere un impatto sulla nostra salute: «Se intervieni su un ecosistema e, nel caso, lo danneggi, questo troverà un nuovo equilibrio. Che spesso può avere conseguenze patologiche sugli esseri umani».

Le scuole avevano integrato una modalità plastic free prima del coronavirus. Ora la plastica e l'usa e getta sono prepotentemente tornate, come misure anti-covid19. ​

Chiediamo che venga seriamente, continuamente, profondamente, considerato il rischio ambientale prima di mettere in atto qualsiasi misura anti-covid. 

Chiediamo che nelle scuole vengano usate solo mascherine lavabili. Secondo gli esperti, le mascherine riutilizzabili offrono una protezione sufficiente al pubblico.

Pertanto chiediamo ​con estrema urgenza ​di riguardare tutte le normative vigenti​, in particolare ​nelle scuole​, 

affinché ​venga VERAMENTE SALVAGUARDATA LA SALUTE

​e quindi siano messe sullo stesso piano: la salute fisica, il Ben-Essere psicologico e la salvaguardia della Natura.​ 

Queste tre dimensioni sono interconnesse e inscindibili. Lasciarne da parte una significherebbe perdere anche le altre.

Noi genitori possiamo essere parte pro-attiva e responsabile nel salvaguardare la Salute in ogni suo aspetto: come? Promuovendo un dialogo aperto e propositivo con le istituzioni, la dirigenza scolastica, il Comune di riferimento, i riferimenti sanitari e pediatrici locali.

 

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!