Farmacisti Collaboratori: E' giunto il momento di proteggersi!

Farmacisti Collaboratori: E' giunto il momento di proteggersi!

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Farmacisti Collaboratori ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

EMERGENZA CORONAVIRUS: TUTELIAMO I FARMACISTI COLLABORATORI

I Farmacisti Collaboratori, in questi giorni stanno lavorando in prima linea, entrando in contatto con centinaia di persone che potrebbero essere asintomatiche al coronavirus oppure mostrare i primi lievi sintomi.

Tutto questo senza alcuna protezione e tutela.

Noi non chiediamo la sospensione del servizio farmaceutico, tutt'altro!

Ma chiediamo solo una cosa, la tranquillità di poter lavorare serenamente, senza l'incubo di diventare noi stessi "untori" di questa temibile infezione.

I casi di Farmacisti affetti da Coronavirus iniziano ad aumentare, ma ovviamente a parte qualche giornale, il problema non ha la giusta rilevanza.

Anche tu, semplice cittadino che stai leggendo incuriosito, saresti felice di sapere che nessuno ci sta tutelando e potremmo essere noi stessi vettore dell'infezione? 

Tu cittadino che entri in Farmacia vorresti rischiare l'infezione, solo per acquistare una Tachipirina 500 perchè nessuno ci ha tutelato come categoria?

Mi domando cosa si stia aspettando... dobbiamo attendere la prima morte tra i farmacisti prima di comprendere che se il contagio prenderà piede nelle Farmacie stesse gli effetti saranno devastanti?

Le possibili conseguenze sono:

- si bloccherà il servizio farmaceutico territoriale con ovvi danni per la popolazione più debole (anziani in primis) che perderà un punto di riferimento (la stessa cosa la denunciano i medici di famiglia!)

- se i farmacisti dovessero fungere da vettore del virus, Vi rendente conto di quanti anziani potrebbero essere contagiati? E si, proprio gli anziani che sono la popolazione più a rischio

Crediamo che vadano prese urgentemente delle misure atte a tutelare i lavoratori ed i pazienti che ogni giorno visitano con fiducia le Farmacie Italiane.

Montare Plexiglass e regolare il flusso dei clienti in questi giorni non serve a nulla, il carico di lavoro è enorme e più aumentano i contatti più aumentano i rischi.

Ma con questo, nessuno di noi si è tirato indietro in questa emergenza!

Aggiungiamo un altro fatto!

Il contratto nazionale dei Farmacisti è scaduto da quasi 10 anni ed un Farmacista Collaboratore oggi guadagna meno di 10 euro lordi all'ora. (si circa 1300-1400 euro mensili)

Ed ogni anno deve pagare anche la quota iscrizione dell'Ordine dei Farmacisti e la quota all'ENPAF! Solo per il diritto di lavorare!

MA CON QUESTO? NESSUNO DI NOI SI STA TIRANDO INDIETRO!

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!