Allergia al nichel - legge 104

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Vorrei che fosse riconosciuta l'Allergia al Nichel come allergia a pari merito della Celiachia nella legge 104.

Questo perchè la spesa di un allergico al nichel è molto cara perchè priva di conservanti e pesticidi, se non drammatica vista la pochissima quantità di alimenti disponibili. 

Perchè se ne parla poco e per arrivare ad una diagnosi concreta bisogna aspettare anni, durante i quali il sistema immunitario tende a facilitare l'ingresso di alcune malattie, che col tempo si cronicizzano; 

perchè gli ospedali non sono preparati a riconoscere questo genere di Allergia e in molti casi sottovalutano il problema lasciando al paziente cure dispendiose non sempre dovute se ci fosse un altro grado di informazione.

Parlo in prima persona. Avevo appena partorito quando si sono manifestate le prime occasioni di allergia. In ospedale dopo avermi dato un antistaminico mi hanno dato delle gocce da prendere perchè credevano che la mia tachicardia fosse legata all'ansia. Volevo essere una buona madre e le ho prese. Dopo incessanti prelievi e diagnosi, un cushing causato dal troppo cortisone che mi iniettavano in ospedale, un ricovero di una settimana perchè avendo un sistema immunitario basso presi il morbillo, e aver pagato salate visite private di ogni tipo ho cominciato a leggere su internet ed informarmi. Ad avallare la mia ipotesi è stato uno dei migliori gastroenterologi di Torino. Se non fosse stato per lui avrei continuato in una ricerca per la quale ho speso un bel patrimonio e tempo prezioso durante il quale avrei voluto abbracciare più spesso mia figlia che allora aveva solo 1 anno, e non capiva perchè la madre corresse in ospedale durante la notte per nascondere i gonfiori mattutini (simili a botulino). In tutto questo grazie alla capacità di uno psichiatra sono riuscita a uscire dalla situazione disagiante di dover assumere dei farmaci antidepressivi perchè io non ero depressa, e scrisse alla mia dottoressa una relazione intensa,  e testuali parole "quando la medicina non sa trovare una causa dà la colpa all'ansia".

Ad oggi soffro di asma, e di colon irritabile ma sto molto meglio;

quello che più mi dispiace è che come me ho incontrato altre persone, io lo chiamo Karma, diventate anemiche dopo anni di disinformazione. 

Mia figlia è l'unica che mi ha sostenuto sempre oltre la mia migliore amica. 

Per un allergico la vita è davvero molto cara, e tortuosa, quindi vorrei che fosse riconosciuta nella legge 104 al pari della celiachia perchè è invalidante perchè non esiste cibo senza nichel.

E' una questione di equilibrio.

In Italia ci sono più casi che nel resto del mondo. 

Aiutate chi come me vive su questo equilibrio.