Salviamo Parrucchieri e Estetisti Italiani equiparando le tasse, come i colleghi Europei

Salviamo Parrucchieri e Estetisti Italiani equiparando le tasse, come i colleghi Europei

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!
alessio cerioni ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Daniele Franco (Ministro dell'Economia e delle Finanze) e a

Premessa: non siamo artigiani, ma operatori di servizi alla persona

Le professioni di Parrucchiere, Estetista e affini, secondo il Ministero del Lavoro, rientrano nella categoria dei “Servizi alla Persona”

Questo posizionamento è riconosciuto a livello fiscale in gran parte del mondo, Europa inclusa, tranne che in Italia.

In Italia oltre a non riconoscere le suddette attività nella categoria dei “servizi alla persona”, (se pur da loro designate, vedi allegato 1) vengono trattate in maniera fiscale come normali, attività artigianali, con aliquota sul “prodotto finale “ e non sulla manodopera.

Il prodotto finale nella totalità dei servizi eseguiti dai suddetti professionisti, è realizzato con il corpo del cliente ed è impossibile scinderlo dallo stesso, quindi un bene soggettivo a descrizione e scelta del cliente, eseguito da un professionista: IN POCHE PAROLE MANODOPERA SULLA PERSONA.

Un fatto estremamente significativo, si evidenzia nella DIRETTIVA 2006/112/CE DEL CONSIGLIO EUROPEO del 28 novembre 2006

(allegato 2, pagina 42 , capitolo VIII, capo 3. Art. 106, in riferimento all’allegato IV pagina 121)

Direttiva relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto, nel coordinare tutti i paesi dell’Unione Europea, verso una aliquota più corretta,

Si sarebbero potute scegliere 4 categorie di attività ( tra cui le Nostre) che avrebbero avuto la possibilità di avere un’aliquota (IVA) minima, per esempio i nostri colleghi Olandesi la hanno al 6%

Le professioni che rientrano nei “servizi ala persona” con Codice ATECO

96.09 sono riconosciute in gran parte dell’Europa con regimi fiscali agevolati, tranne che in Italia dove c’è una disparità.

 

Allegato 1:  ALLA SCOPERTA DELLE PROFESSIONI – SERVIZI ALLA PERSONA

http//:www.ageforma.it/allegati/ricerca_lavoro/servizi_alla_persona.pdf

Allegato 2: DIRETTIVA 2006/112/CE DEL CONSIGLIO EUROPEO – del 28 novembre 2006 – relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto

http://www.finanze.gov.it/export/sites/finanze/.galleries/Documenti/fiscalità_internazionale/DIR_2006_112_CE.pdf 

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 1.000 firme!