RIMUOVERE ANDREA VOSTI DALL’INCARICO DI CORRISPONDENTE DAGLI USA PER LA TV-RSI !

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


ATTENZIONE : QUESTA PETIZIONE È RISERVATA SOLO ALLE PERSONE CHE PAGANO IL CANONE DELLA TV-SVIZZERA (SSR). GRAZIE !

I sottoscritti telespettatori paganti della TV-Svizzera (SSR)  chiedono alla direzione della RSI di rimuovere il giornalista Andrea Vosti dall’incarico di  corrispondente dagli Stati Uniti per il Telegiornale del canale LA1 e di affidare tale compito a un professionista più rispettoso del mandato di servizio pubblico che la nostra TV dovrebbe perseguire.

Ormai tutti i telespettatori hanno capito che Andrea Vosti , in ogni suo servizio, non perde occasione per mettere in cattiva luce il presidente Donald Trump, ingigantendo le sue sconfitte e minimizzando o tacendo le sue vittorie  e soprattutto facendolo passare per un mentecatto. L’attuale presidente degli Stati Uniti, piaccia o non piaccia, è stato eletto democraticamente dagli americani perché prometteva di fare quelle cose che, una volta eletto, sta cercando di fare. Anche se il signor Vosti non condivide il programma di Trump non può permettersi di criticare quest’ultimo solo perché , al contrario di quanto fa la maggioranza dei politici, sta cercando di mantenere le sue promesse elettorali. A noi non interessano le opinioni personali del giornalista Andrea Vosti, né interessano i pettegolezzi sui tacchi a spillo della moglie del presidente o sui capelli dello stesso. Quel che ci interessa è di avere un’informazione oggettiva che ci consenta una libera formazione d’opinione sull’operato del presidente, nel bene e nel male. 

Perfino commentatori e giornalisti inizialmente piuttosto scettici nei confronti di Donald Trump hanno dovuto riconoscere taluni suoi innegabili successi soprattutto in campo economico e si son chiesti se i timori della vigilia nei confronti del nuovo presidente non fossero esagerati , come ad esempio Corrado Bianchi Porro ( GdP del 13 gennaio 2018), Peter Schiesser (“Azione” del 29 gennaio 2018) e Federico Rampini (“Azione” del 5 febbraio 2018). Ma per avere certe informazioni bisogna rivolgersi ad altri organi di informazione perché  Andrea Vosti, che perfino con le espressioni del suo viso trasmette la sua antipatia verso Donald Trump, e che a ogni piè sospinto dimostra la sua faziosità nei suoi commenti e nella scelta delle notizie da trasmettere al telegiornale ticinese,  non è semplicemente in grado di svolgere con oggettività il suo compito di corrispondente dagli USA.

Se n’è accorta anche la brava signora De Viso, che da una quindicina d’anni cura giornalmente sul Giornale del Popolo una interessante rubrica destinata ai programmi di radio e televisione. Nell’edizione dello scorso 8 febbraio ha scritto : “Chi glielo dice al corrispondente RSI dagli USA che non può permettersi di trattare il presidente degli Stati Uniti, giorno dopo giorno, come un mentecatto ? Direttor Canetta, lo guarda mai il suo telegiornale?” .

E se n’è accorto anche il sempre arguto Paolo Camillo Minotti, che in un suo testo intitolato “L’informazione SSR-RSI : alcuni esempi di tendenziosità” pubblicato lo scorso 25 febbraio su alcuni portali di informazione (Ticinonews e Ticinolive) ha scritto : “Pacchiana è per esempio la faziosità anti-Trump e filo-Democratica (inteso come Partito democratico USA) della “nostra” TV di cosiddetto servizio pubblico : le corrispondenze di Andrea Vosti dagli Stati Uniti sono schieratissime e scontatissime; egli ripete tutti i clichés anti-trumpiani e antirepubblicani dei Democratici USA più di sinistra, e fa da megafono a quei due o tre giornali della costa orientale degli Stati Uniti che in Europa vengono scambiati come la voce dell’opinione pubblica americana. Insomma : non se ne può più ! Questa gente crede che la cosiddetta TV di servizio pubblico li autorizzi a sottoporci a sedute di indottrinamento quotidiane! Dovrebbero capire che non interessa a nessuno il pensiero del signor Vosti di turno e che il telegiornale dovrebbe limitarsi a riportare correttamente le notizie, intervistando quando necessario terze persone ( purché non siano sempre e solo di una determinata parte) che esprimano un’opinione. Ma dell’opinione del corrispondente della RSI ne facciamo volentieri a meno, perché è pura propaganda”

 

 



Oggi: Rosa conta su di te

Rosa Gruenenfelder ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "RIMUOVERE ANDREA VOSTI DALL’INCARICO DI CORRISPONDENTE DAGLI USA PER LA TV-RSI !". Unisciti con Rosa ed 235 sostenitori più oggi.