FIRMA ANCHE TU LA RICHIESTA DI DIMISSIONI AL MINISTRO DI GIUSTIZIA BONAFEDE

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Questo è quanto accaduto la sera del 23 gennaio 2020 nell'intervista al Ministro di Giustizia Alfonso Bonafede durante la puntata di Ottoemezzo. La gravità delle risposte del Ministro porta alla necessità di un suo passo indietro: chi nella sua posizione afferma di non sapere che ci sono decine di migliaia di persone innocenti che vengono ingistamente incarcerate può solo dimettersi.

Ecco cosa è successo!

  • #Cuzzocrea al Ministro:"Ogni tanto pensa agli innocenti che finiscono in carcere?"
  • #Bonafede:"Gli innocenti non finiscono in carcere".
  • Cuzzocrea:"Dal '92 al 2018, 27mila persone sono state risarcite per essere finite in carcere da innocenti".

Questo è l'odierno Ministro della Giustizia!

#ottoemezzo

Dal 1992 alla fine del 2017, 26.412 persone hanno subito una custodia cautelare in carcere o agli arresti domiciliari, prima di essere riconosciute innocenti con sentenza definitiva. Quindi, solo fino al 2017, oltre 26 mila innocenti ristretti.
Ora siamo ben oltre 27.000.

L'Italia ha un problema "Giustizia" e questo problema comincia con chi prende le decisioni senza conoscere il numero degli incarcerati ingiustamente che ogni anno finiscono dietro le sbarre, nel silenzio e nell'incuranza di chi è per loro responsabile come il Ministro.

Ogni anno queste ingiuste carcerazioni, oltre al danno irreparabile causato nella vita delle vittime, cagionano anche un ulteriore danno allo Stato che deve versare risarcimenti -  seppur irrisori nel confronto di quanto fatto patire - agli innocenti che vengono finalmente scarcerati,

Il Ministro deve essere responsabilmente consapevole di queste vite e di tutto ciò che viene loro fatto patire.

Oggi abbiamo avuto la prova che questo MInistro NON è risultato conoscere questi dati e quindi NON è idoneo a gestire questa responsabilià.

IL MINISTRO BONAFEDE DEVE QUINDI DIMETTERSI!

Sottoscrivi anche Tu la richiesta di dimissioni e la richiesta di mozione di sfiducia da inviare al Governo, alle Camere, al Presidente della Repubblica ed ai leader delle principali forze politiche.

Assieme diciamo: #BONAFEDEDIMETTITI