SPAZI UNIVERSITARI SICURI E ACCESSIBILI: RIAPRIAMO LA BRAU!

SPAZI UNIVERSITARI SICURI E ACCESSIBILI: RIAPRIAMO LA BRAU!

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Arci Cortocircuito ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Rettore Università degli studi di Napoli Arturo De Vivo e a

Siamo la parte di quella comunità accademica che crede che l’Università abbia un ruolo centrale nella costruzione di una società che sia libera di sapere e di fare ricerca in maniera soggettiva in spazi tutelati e vivi, non definanziati e abbandonati.

In qualità di studenti, ricercatori e dottorandi crediamo dunque che la didattica e la ricerca rivestano un ruolo essenziale per il Paese e che l’accesso agli spazi universitari e bibliotecari debba essere garantito ai soggetti richiedenti pur tenendo conto delle norme di sicurezza in materia di prevenzione.

Durante il periodo di lockdown, abbiamo potuto constatare gli enormi disagi provati dalla componente studentesca in relazione alla scarsa reperibilità di materiale utile alla ricerca, in quanto le risorse elettroniche online sono risultate insufficienti a colmare la fisicità e la presenza dei testi stessi. Purtroppo, non sono stati pochi i casi in cui, studenti e studentesse hanno dovuto posticipare i propri progetti di laurea a causa della problematica sopracitata.

Apprendiamo che attualmente l’accesso alla Brau è fortemente contingentato, e non offre, agli studenti ed alle studentesse che lo desiderano, un luogo in cui studiare o fare ricerca. Siamo a conoscenza, inoltre, che la Brau soffre di un continuo definanziamento, e per cui vige una carenza di organico, la quale, in correlazione all’assenza della contribuzione studentesca offerta dal part-time, non riesce a gestire a pieno regime le sue mansioni.
Riteniamo, a nostro avviso, che le istituzioni debbano investire molto sia in termini di reclutamento di nuovo personale, sia per quanto riguarda l’aggiornamento dei cataloghi della stessa biblioteca.

Riteniamo, infine, che le sedi universitarie, ed in particolare le aule studio debbano essere rese accessibili agli studenti ed alle studentesse al fine di offrire loro un luogo dove studiare, sempre rispettando i limiti previsti dalle disposizioni di prevenzione locali e nazionali.

Per le ragioni esposte di sopra, chiediamo che venga istituito un tavolo tecnico con il Rettore dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II" Arturo De Vivo, con il Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici Prof. Edoardo Massimilla, con la Direttrice della Biblioteca di Ricerca di Area Umanistica Maria Grazia Ronca e con il Presidente della commissione per la Biblioteca BRAU nominata dal Dipartimento di Studi Umanistici Prof. Giancarlo Abbamonte per discutere insieme delle proposte da noi avanzate in merito alla riapertura degli spazi universitari e bibliotecari. Firma anche tu per aumentare la voce delle nostre proposte!

Link – Studenti Indipendenti

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!