Domeniche chiuse nei centri commerciali diamoci un taglio, ricuciamo le nostre famiglie.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


La motivazione di base di questa petizione parte dalla possibilità che gli italiani hanno avuto durante la quarantena, di riassaporare la famiglia, il tempo per gli affetti e di conquistare nuovamente i figli e  i rapporti familiari. Un bonus famiglia vinto da tutti! Mi reca immensa tristezza pensare che grazie al covid 19 ci siano padri e madri che abbiano dovuto adattarsi alla loro casa e alla loro famiglia, si dico adattarsi e farsi riconoscere dai propri figli, quelli che vedevano a stento, quelli che crescevano più con i nonni che con mamma e papà.. Genitori che hanno insegnato ai loro figli a camminare, ad andare in bici, ad aspettarsi per il pranzo o la cena, abbiamo riassaporato la NORMALITÀ . Spero che avremo ancora tempo per curare tutte quelle cose che generalmente trascuriamo, mentre ancora ci sono dottori e infermieri che non si fermano un attimo, che hanno vissuto e stanno vivendo un dramma in prima persona. Questo divario mi porta a pensare che non ci sia un giusto o sbagliato, ma che non ci sia equilibrio, perché una famiglia normale non può ad esempio ritrovarsi insieme a pranzare di domenica (come era solito fare in passato) e invece improvvisamente basta un virus per rendere grazia ai nostri diritti. Mentre c'è CHI È IN lotta per la vita, c'è una parte cospicua di popolazione che è ritornata a riassaporare la VITA STESSA !!Uscire da lavoro anche alle ore 19.30 piuttosto che alle 21.00 sarebbe un regalo ai nostri figli, alle famiglie che si aspettano e che faticano a trovare il tempo. Paradosso strano, perché non possiamo avere il rispetto che meritiamo quando va tutto bene? Mi domando perché nei giorni di festa non possiamo sperare di far godere a più persone possibili il gusto della famiglia e non quello dei soldi che le aziende devono incassare. Perché un cassiere del supermercato è finalmente a casa di domenica e per questo deve ringraziare il coronavirus... COSA ABBIAMO IN MENO QUANDO  STIAMO BENE??? Ci manca la libertà, la libertà non è quella solo di poter uscire e andare dove si vuole, non è prendere un aereo e viaggiare, non è andare a mangiare fuori e tornare dopo 2 giorni... La libertà è godere del tempo per uscire con le persone che ami, è viaggiare con chi hai scelto, e cenare con la tua famiglia, questa è la libertà... Quella di scegliere.. Credo che in questi due mesi siano sopravvissuti tutti coloro che prima si riversavano nei supermercati e nei centri commerciali la domenica, è solo questione di abitudine e di rispetto! 

Prima Esistono le persone, quelle che stiamo cercando di salvare, quelle in difficoltà, quelle malate e quelle che hanno perso la fiducia.. ! La cosa più sorprendente è che abbiamo riscoperto che possiamo di nuovo vivere anche con qualcosa in meno, ma mai senza la nostra famiglia!

 Più che parlare ad un istituzione vorrei parlare alla coscienza, al cuore pulsante che sta dietro a ogni persona disposta ad ascoltare .. .. Andrà tutto bene, quante volte lo abbiamo sentito, Io non spero solo che andrà tutto bene, io mi auguro che andrà MEGLIO.

L'UNICO BONUS INDISPENSABILE È QUELLO DELLA FAMIGLIA...POI tutti gli altri . 

Chiudete i centri commerciali la domenica!!