Salvaguardia dell'Ospedale di Montebelluna

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Con la chiusura degli ospedali di Crespano, Asolo, Pederobba e Valdobbiadene e, non ultimo, con la creazione dell’Ulss unica provinciale ci eravamo illusi che la razionalizzazione della sanità locale fosse stata portata a compimento. Ma così non è. Ancora una volta, infatti, siamo costretti ad appellarci ai Sindaci e alla popolazione del bacino di utenza dell’ospedale di Montebelluna per salvare la nostra salute e garantire i servizi socio-sanitari di un territorio molto vasto (160.000 persone) che ricomprende anche tutta la fascia Pedemontana. Siamo preoccupati in particolare per le sorti del reparto di Cardiologia, dove manca il Primario da ben tre anni e i servizi si sono sensibilmente ridotti. Il Pronto Soccorso ha un organico del tutto insufficiente e le criticità aumentano per la mancanza della reperibilità anestesiologica. Manca la chirurgia vascolare a supporto della traumatologia. Abbiamo perduto la banca del sangue. Manca il servizio di anatomia patologica per integrare l’attività chirurgica. Le liste di attesa per le visite specialistiche sono troppo lunghe e spesso i pazienti sono dirottati verso altri ospedali o centri convenzionati privati. Tutto ciò rende difficile fare una vera ed efficace prevenzione delle malattie. L’elisoccorso ha le strutture pronte, ma il relativo servizio deve ancora essere istituito. Non ultimo, nulla si è fatto per creare un adeguato numero di parcheggi.
Il Comitato permanente per la salvaguardia dell’Ospedale di Montebelluna inizia quindi una fase di informazione e mobilitazione mediante incontri sul territorio e una raccolta popolare di firme. Le mezze promesse non bastano più. Servono scelte e atti conseguenti che indichino la volontà di mantenere la vocazione per acuti dell’ospedale di Montebelluna e una piena ed adeguata efficienza dei reparti, auspicando altresì che lo IOV di Castelfranco venga finalmente ben avviato.

 

Servizi a rischio all’ospedale di Montebelluna: i pareri di Pederobba, Segusino, Valdobbiadene e Vidor



Oggi: Comitato salvaguardia conta su di te

Comitato salvaguardia ospedale Montebelluna ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Regione Veneto: Salvaguardia dell'Ospedale di Montebelluna". Unisciti con Comitato salvaguardia ed 484 sostenitori più oggi.