Le legge si dà privilegi che non le sono dovuti invece di garantire i diritti di tutti.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


L'istituzioni si danno privilegi che non sono esse dovuti quale la non retroattività d'una legge, limitando ai cittadini (60 giorni per opporre ricorso) le possibilità per ricorrere contro l'ingiustizie perpetrate da esse stesse.

Una volta modificata la L. R. come proposto in una petizione (https://www.change.org/p/sezione-turismo-regione-veneto-proposte-per-una-l-r-a-misura-di-b-b-auspicando-in-seguito-l-abrogazione-del-titolo-v?recruiter=859391392&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=share_petition&utm_term=share_petition se quest'ultima ottenesse successo verrebbe a decadere la plausibilità della sanzione ingiuntami (V.: “Legge Regionale 14 giugno 2013 n. 11 “Sviluppo e sostenibilità del Turismo Veneto” - Violazione di cui all'art. 49, comma 1 e comma 4 lettera b) - Verbale d'accertamento prot. n. 43125 del 29 novembre 2015”) ma poichè una nuova legge non ha effetti retroattivi va abrogato codesto privilegio che la legge si dà ed alla stessa stregua la tempistica imposta per ricorrere contro l'ingiustizie perpetrate dall'istituzioni (30 giorni per ricorrere ad un giudice e 60 giorni per ricorrere al Tar).

 



Oggi: Mario conta su di te

Mario Dall'asta ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Regione Veneto.: Le legge si dà privilegi che non le sono dovuti invece di garantire i diritti di tutti.". Unisciti con Mario ed 12 sostenitori più oggi.