COVID-19 Emergenza Associazioni Sportive Sicilia

COVID-19 Emergenza Associazioni Sportive Sicilia

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
A.s.d. HANGAR-RPW di Francesco Garofoli ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Regione Sicilia e a

Domenica 8 Marzo 2020 è stata firmata la terza ordinanza dal presidente della regione Sicilia Nello Musumeci, per contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio regionale.
Misure più restrittive che si aggiungono a quelle previste nelle ordinanze precedenti facenti parte del decreto-legge 23 febbraio 2020. 

Le novità riguardano la chiusura di piscine, palestre e centri di benessere.

Questo provvedimento, nonostante fosse necessario per motivi di sanità e sicurezza pubblica, ha tuttavia creato problemi economici non indifferenti considerato che la maggior parte delle strutture, siano esse SSD o ASD, hanno dovuto provvedere all'interruzione del servizio con conseguente cessazione da parte dei propri iscritti del versamento delle quote sociali o degli abbonamenti. 

Ciononostante, le stesse strutture hanno comunque obblighi fiscali ed economici a cui sottostare, tra i quali il pagamento delle mensilità lavorative e contributive dei dipendenti, gli affitti e le utenze (acqua, luce, gas). 

Si è reso dunque necessario far fronte comune affinché le autorità di competenza volgano la sguardo a questa realtà e provvedano al più presto con strumenti di salvaguardia economica in aiuto alle Associazioni e Società sportive. 

Non possiamo permettere che ciò rimanga un problema marginale. Non possiamo permettere che molte realtà rimangano vittime di una mala gestione economica, o peggio, non tenute in considerazione ai fini della legittimità di sussidi economici in casi di necessità e urgenza destinando le stesse al fallimento o alla chiusura definitiva con conseguente perdita di posti di lavoro. 

Questa petizione è il primo passo per raggiungere il nostro obiettivo che sarà quello di raccogliere tutti i gestori di centri sportivi, istruttori, personal trainer, rappresentanti di enti di promozione sportiva finanche del CONI attorno ad un tavolo per poter delineare e formulare istituzionalmente le nostre richieste e spettanze.

Lo sport è un bene di tutti, e come tale deve essere garantito e tutelato. E devono altresì essere tutelati tutti coloro che concorrono alla promozione dello stesso, soprattutto in momenti di criticità.  

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!