Riapriamo l'Ospedale San Giacomo in Augusta

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


LETTERA APERTA ALLE ISTITUZIONI

OGGETTO: RIAPERTURA OSPEDALE SAN GIACOMO IN ROMA
Tuteliamo la salute pubblica anche riaprendo l'Ospedale San Giacomo in Augusta (degli incurabili) 1339 - 2008
Ci sono nata e cresciuta (i miei ci hanno lavorato per quasi 40 anni). Mia madre infermiera e mio padre Portiere capo.
Una vita tra quei reparti, quei cortili, quei reperti storici di inestimabile valore.
Ho fatto parte del comitato (cittadini, rappresentanti illustri, avventori) che si costituì per evitare la sua chiusura; "sigillo" che aveva il fine di trasformarlo in residenza extra lusso...!
Si "salvò" da quell'assurdità solo perchè fu ritrovato un documento che lo destinava esclusivamente a Nosocomio.
Lo scorso anno si è palesata la possibilità di vendita dell'immobile che potrebbe beneficiare del "cambio di destinazione d'uso" trasformandolo, magari, in una nuova un'attività commerciale; l'ennesima in un centro storico, quello di Roma, dove le strutture sanitarie sono inesistenti.
2020 Emergenza Coronavirus mancano le strutture e, ora più che mai, si ha necessità di riaprire un impianto preesistente come lo storico Nosocomio. Aiutatemi a riappropriarci di un ospedale che ha salvato la vita a miliardi di avventori (nei suoi quasi ottocento anni di attività) e aiutiamo chi di dovere a comprendere quanto sia vitale la tutela di questa storica realtà romana.
Io sono una piccola voce che, pur non abbandonando la causa da sempre, si rende conto di essere nulla di fronte al granitico gigante degli interessi, ma chiedo pubblicamente aiuto alle voci stentoree di chi conta, di certo più di me, per salvarlo e riaprilo.
Ci stiamo dicendo da giorni che questo tempo cambierà le cose, le priorità, le dinamiche delle nostre esistenze... dimostriamolo unendo le energie e attuando operazioni concrete.
Non sarà importante entrare nella storia, ma l'averla scritta! GRAZIE DI CUORE A TUTTI fin da ora e per sempre.
Anna Rita Cammerata